Si chiama doughnut burger, è la nuova mania che arriva dagli Stati Uniti e di sicuro farà presto impazzire tutti i fanatici del fast food. Si tratta di due ciambelle dolci messe l’una sull’altra ma, a differenza di quelle classiche che vengono riempite con cioccolato e ingredienti dolci e zuccherati, queste sono imbottite con carne di manzo, formaggio, salsa barbecue e bacon. Il tutto, naturalmente, viene accompagnato da un contorno di patatine fritte.

Ad inventare il doughnut burger sarebbe stato il celebre cantante Luther Vandross ben una ventina d’anni fa, tanto che spesso il panino viene chiamato Luther Burger, ma solo oggi è stato riscoperto dal popolo americano. E' una ricetta unica ed assolutamente inedita per gli amanti dei panini con gli hamburger, visto che fonde il sapore dolce dei doughnut, cioè le ciambelle glassate che facevano impazzire Homer Simpson, con il gusto salato dei condimenti. Il risultato è una goduria assoluta, peccato solo che non sia propriamente adatto per chi segue una dieta rigorosa e vuole mantenersi in forma.

Il doughnut burger contiene infatti 53 grammi di grassi, 8.2 grammi di sale e circa 1500 calorie, praticamente il triplo rispetto ad un Big Mac. Per smaltirlo occorrerebbero circa tre ore consecutive di corsa veloce ed intensa. Nonostante ciò, in America è diventato una vera e propria ossessione, sono moltissimi infatti coloro che postano su social le foto dei panini prima di consumarli. Basta guardarli anche solo un secondo per essere colpiti da un improvviso attacco di fame e per immaginare la loro estrema bontà.