Terry Loong è una donna di 40 anni, viene da Harrow, a nord di Londra, e nella vita fa il medico ad alta quota. Di recente ha messo al mondo il figlio Matthew ma quello che ha fatto nel periodo post parto ha  lasciato tutti senza parole: nei 30 giorni successivi alla nascita del piccolo non ha fatto il bagno o la doccia. Il motivo? Essendo di origine malese, ha voluto rispettare un'antica pratica asiatica, secondo la quale una neomamma non può lavarsi, uscire di casa o ricevere visite per un mese dopo aver messo al mondo il figlio.

Secondo la tradizione, questa usanza aiuterebbe a proteggere il bambino dalle infezioni, dando inoltre alla mamma la possibilità di recuperare le forze e di stringere un rapporto speciale con il bebè. "Ricordo che mia madre ha fatto un periodo di reclusione quando ero piccola. Sono la più grande di 5 figli, quindi ho visto spesso questa pratica, è comune nella cultura asiatica", ha spiegato Terry. Dopo la nascita del figlio era ricoperta di fluidi corporei e sudore, aveva i capelli unti e non era propriamente pulita ma, nonostante ciò, non ha fatto la doccia per un mese, convinta del fatto che il parto fosse la cosa più naturale del mondo.

Certo, ha lavato le parti intime con una soluzione di amamelide e ha utilizzato degli shampoo a secco per eliminare il grasso dai capelli ma per il resto non si è mai lavata. Oggi, nonostante abbia ricevuto innumerevoli critiche, ha dichiarato che lo farebbe di nuovo se dovesse avere un altro bambino. Quel periodo di "isolamento" le ha dato la possibilità di riposarsi, di guarire e di essere prontissima per dedicarsi al 100% alla nuova vita da mamma.