Fare shopping rende felici tutte le donne… o forse no! Uno studio dimostra come per 4 donne su 10 non sia così. In percentuale è stato svelato che il 57% delle italiane prova soddisfazione quando si confronta con il proprio guardaroba, mentre il 43% si fa prendere dal panico quando deve scegliere in mezzo ad una marea di vestiti. A svelare il vero comportamento che si assume di fronte al proprio armadio è una ricerca di Duepuntozero Doxa presentata oggi a Milano in occasione del lancio del nuovo Lenor, di Procter & Gamble. L’indagine è stata svolta su un campione di donne in un’età compresa tra i diciotto ed i cinquantaquattro anni che dimostra come l’appagamento e le soddisfazioni più grandi per il genere femminile derivino dal piacere che l’olfatto procura; infatti, al primo posto per importanza troviamo la sensazione di pulito sugli abiti, fondamentale nella scelta del look.

La sensazione di insoddisfazione, invece, deriverebbe dalla quantità di capi tra cui si può scegliere che non sarebbe mai pienamente sufficiente per farle sentire completamente appagate; anche se si è rivelato come solo il 5% delle intervistate usi tutto quello che possiede. L’idea che Procter & Gamble ha avuto è stata quella di aver creato un ammorbidente che garantisca un profumo di bucato fino a sette giorni, un’iniziativa nata proprio per ovviare alle continue lamentele delle casalinghe e non solo, secondo le quali la maggior parte degli ammorbidenti perderebbe la propria profumazione solo dopo il primo giorno di lavaggio. Alle donne piace scegliere a seconda delle occasioni il proprio outfit e soprattutto in funzione dell’umore, ma fondamentale risulta essere il piacere di indossare capi profumati.