Richiami alla cultura siciliana, pizzi, decori barocchi, pois, applicazioni tridimensionali e maxi stampe. Tutto questo è la collezione Primavera/Estate 2014 di Dolce&Gabbana. Il duo di stilisti continua a seguire il "filone siciliano" ispirandosi ai colori, ai simboli e alle immagini della loro amata terra e rendendo ancora una volta il sud protagonista in passerella, mostrando l'essenza della loro isola sugli abiti primaverili. I designer usano la stoffa per raccontare la propria cultura, dipingono come su una tela bianca senza vita la propria visione, instillando un germe che sboccia come un mandorlo in fiore, che sorge imponente come le alte colonne corinzie.

Lo stile è barocco, intenso ed accecante. I decori, le stampe e l'utilizzo dell'oro non lasciano indifferenti. Dolce&Gabbana utilizzano con maestria questo mood volutamente eccessivo, bilanciano il surplus dei decori e sottraggono dov'è possibile, rendendo essenziali le linee e le forme dei capi primaverili. Su abiti dalle forme essenziali i designer si sbizzarriscono: creano un grande spettaccolo, rumoroso ed attraente, uno spettacolo bellissimo a cui non si riesce a resistere.