Secondo le statistiche, oggi, il 42% dei matrimoni finiscono in divorzio: una scelta emotivamente pesante e difficile da affrontare da soli. Ma chi influenza maggiormente questa decisione? Due terzi dei divorziati dichiarano di essere stati incitati dalle suocere. Il 74% delle coppie ‘scoppiate' afferma infatti che la maggiore influenza sulla scelta di porre fine al matrimonio l’ha avuta la madre del proprio partner, che di solito non aveva mai visto di buon occhio quella relazione e che di conseguenza non aspettava altro. Nella fase iniziale di un rapporto è facile ignorare il parere altrui, ma, a lungo andare, comincia ad essere pesante non avere il sostegno soprattutto della propria famiglia.

Alcune persone, per semplici antipatie, si sentono fin dall’inizio ignorate dalla famiglia del partner, la quale, per non intromettersi nel rapporto, decide di farsi da parte fin quando quella relazione non comincia ad andare a rotoli. Il modo più comune in cui i genitori influenzerebbero la scelta di lasciare il partner non è il classico “te l’avevo detto”, ma è sottolineare i difetti di quest’ultimo, offrendo sostegno emotivo in un momento difficile come il divorzio. Oggi le famiglie tendono ad essere sempre più grandi e vi è spesso il rischio di tensioni ed interferenze dei parenti. Il consiglio è di mantenere i propri familiari fuori da un rapporto di coppia: se una storia finisce, non c'entrano le antipatie familiari, ma vuol dire semplicemente che le cose non andavano bene o che l’amore è finito.