Daljinder Kaur ha 70 anni, viene dall’India ed è la mamma più vecchia del mondo. Nonostante l’età avanzata, martedì scorso ha infatti dato alla luce il primo figlio, realizzando così il sogno più grande della sua vita. E’ sposata da ben 46 anni con il marito Mohinder Singh Gill, proprietario di una fattoria fuori Amritsar 79enne, ma era mai riuscita a rimanere incinta.

Aveva ormai perso le speranze ed era stata disprezzata dai suoi familiari, che a causa della loro cultura ritengono che la sterilità sia una maledizione di Dio, quando finalmente attraverso la fecondazione in vitro è riuscita a dare inizio a una gravidanza. “Dio ha ascoltato le nostre preghiere. La mia vita è completa ora. Riesco ad occuparmi del bambino da sola, mi sento così piena di energia”, ha spiegato Daljinder. Il suo piccolo è nato il 19 aprile, è in buona salute e pesa più di due kg. I due neogenitori sono felicissimi e non si curano delle critiche dei conoscenti che li accusano di essere troppo vecchi per cominciare questa nuova avventura.

In moltissimi li accusano infatti di aver fatto una scelta egoista, visto che il bimbo sarà costretto a crescere senza di loro, senza contare il divario generazionale che li separa. La storia della coppia indiana ha però dimostrato che le tecniche di riproduzione assistite stanno diventando sempre più sofisticate, tanto da riuscire a superare i limiti biologici e da dare la possibilità anche a donne anziane di sperimentare la maternità. Chissà come si sentirà il bambino quando comincerà a chiamare "mamma" una donna che potrebbe essere sua nonna.