Liv Karpinski è una ragazza di 19 anni, viene da Swindon, in Inghilterra, e fino a qualche tempo fa era anoressica. All'età di soli 7 anni ha perso la mamma e la cosa è stata davvero traumatica per lei, soprattutto perché si è ritrovata a doversi occupare di moltissime cose in casa per aiutare il padre, il tutto mentre continuava ad andare a scuola come una normale bambina. Con il passare del tempo è diventata ossessionata dalle faccende domestiche e dalla forma fisica, si alzava prestissimo per andare a correre, tornando a casa in tempo per portare a termine tutto quello che c'era da fare in casa.

"Ho iniziato a usare il cibo e l'esercizio fisico come meccanismo di controllo dopo la morte di mia madre. I miei voti a scuola ne hanno sofferto, era come se mi fossi dimenticata di tutto il resto", ha spiegato Liv, che avrebbe fatto di tutto pur di dimagrire. A volte si rifiutava di mangiare per intere giornate e arrivava anche a nascondere il cibo nelle mutande. A lungo andare ha cominciato a soffrire di anoressia, è arrivata a pesare 31 chili e le sue condizioni di salute sono diventate così drammatiche che a 11 anni è finita in ospedale.

I medici le davano solo 2 settimane di vita ma è proprio nel momento peggiore che ha dimostrato di essere una combattente. E' stata ricoverata per un lungo periodo e alla fine è riuscita a uscire da quell'incubo, guarendo lentamente. Ha poi documentato il viaggio che l'ha portata a recuperare al 100% sui social, dando prova del fatto che è possibile sconfiggere un disturbo alimentare come l'anoressia. Oggi mangia in modo sano e ha intenzione di scrivere un libro in cui racconta la sua storia, con l'obiettivo di ispirare tutte le ragazze che sono ossessionate dal peso e dalla taglia.