E' tempo di cambiamenti per Dior, in occasione dell'anno del suo 70esimo anniversario, la Maison francese di lusso famosa in tutto il mondo si prepara a essere acquistata dal gruppo Lvmh e da Bernard Arnault. Questi ultimi hanno infatti lanciato un’operazione da 12 miliardi di euro che intende rafforzare il noto brand che ha chiuso lo scorso anno con un fatturato di 37,6 miliardi di euro.

La società operativa Christian Dior couture verrà spostata dalla holding Dior a Lvmh, che pagherà 6,5 miliardi di euro. La famiglia del magnate francese, che possiede già il 74,1% del capitale del gruppo, lancerà inoltre un'offerta pubblica di acquisto sulla finanziaria con 172 euro per ogni azioni Dior, più 0,192 azioni Hermes international, legate alla griffe francese che Bernard Arnault aveva in portafoglio dal 2014. L’offerta per le azioni di Dior è strutturata per due terzi in cash e per il resto in titoli di Hermes, con un premio del 14,7% sui prezzi di ieri e del 18,6% sulla media dei valori dell’ultimo mese.

"L’operazione è una pietra miliare per il nostro gruppo. Un’operazione che permette la semplificazione delle strutture, lungamente chiesa dal mercato, e che aiuta il rafforzamento del polo moda e pelletteria di Lvmh. Dior è uno dei marchi del lusso più iconici al mondo", ha spiegato Bernard Arnault. La famiglia del magnate si libera definitivamente delle azioni di Hermés che deteneva nella propria cassaforte e, al termine dell'operazione, controllerà il 100% della Christian Dior. Lvmh rimarrà l'unica società quotata alla borsa di Parigi.