26 Giugno 2020
17:02

Demisessualità, cos’è e perché esclude i rapporti sessuali occasionali

Si chiama demisessualità ed è l’orientamento sessuale delle persone che provano attrazione solo per coloro con cui condividono un profondo legame affettivo. Rifiutano i rapporti occasionali, non mettono l’attività intima al primo posto e si concedono solo se esiste un sentimento romantico verso l’altro.
A cura di Redazione Donna

Avete mai sentito parlare di demisessualità? Si tratta di un preciso orientamento sessuale e le persone che ci si identificano provano attrazione solo per coloro con cui condividono un profondo legame affettivo. Non mettono l'attività intima al primo posto ed è per questo che rifiutano ogni tipo di rapporto occasionale che sottintenderebbe l'assenza di amore. Non bisogna, però, confondere la demisessualità con la castità o con l'astinenza sessuale, si tratta di concetti completamente diversi. I demisessuali, infatti, hanno voglia di fare sesso ma provano stimoli e attrazione solo quando sentono un sentimento romantico, un puro e semplice innamoramento verso il partner.

I demisessuali si sentono attratti solo verso chi amano

Il termine demisessualità ha origini francesi, demi significa "metà" e sta a indicare che che l'impulso sessuale sta a metà tra l'asessualità e una forte attrazione. I demisessuali possono essere eterosessuali, omosessuali o di qualsiasi altro orientamento, a contraddistinguerli c'è il fatto che non provano eccitamento senza la componente affettiva. Fisiologicamente, dunque, non riescono ad avere rapporti occasionali, anche se la cosa non sottintende affatto problemi di salute come ad esempio la disfunzione erettile. L'inibizione diminuisce solo quando il rapporto diventa più profondo, dunque quando corpo e mente diventano una cosa sola. I demisessuali non riescono a stabilire se si sentono attratti da una persona fino a quando non ci instaurano una relazione affettiva.

La demisessualità non è legata alla morale

Un demisessuale non prova alcun tipo di interesse verso il desiderio sessuale fine a se stesso, dunque le storie di una notte e via non riescono a farlo eccitare. Questo comportamento, però, non deve essere considerato una forma di repressione, non è legato alla morale o a motivi religiosi, un demisessuale evita i rapporti occasionali perché non ne sente il bisogno e non perché non vuole accettare i possibili giudizi che ne deriverebbero. In alcuni casi addirittura non si riesce neppure a contemplare l'autoerotismo poiché non porta ad alcun tipo di appagamento. In presenza di legami affettivi, invece, la persona demisessuale riesce ad avere tranquillamente un'intensa attività sessuale.

Vaginismo: quando il dolore impedisce i rapporti sessuali. Cosa è e come si cura questo disturbo
Vaginismo: quando il dolore impedisce i rapporti sessuali. Cosa è e come si cura questo disturbo
Poliamore: che cos'è e come funziona
Poliamore: che cos'è e come funziona
Squirting: che cos'è e come raggiungere l'eiaculazione femminile
Squirting: che cos'è e come raggiungere l'eiaculazione femminile
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni