E' iniziato online, sui siti delle associazioni femministe di tutta Europa, la chiamata a raccolta per le donne che desiderano difendere il proprio diritto all'aborto. Il primo febbraio nelle piazze principali delle grandi città d'Europa, tra cui Madrid, Parigi, Londra, Bruxelles, in Italia ci saranno manifestazioni a Milano, Roma, Firenze e Bologna, le donne si uniranno per gridare a gran voce lo slogan "Decido io" dinanzi alle ambasciate e ai consolati spagnoli delle differenti città. Tutte scenderanno in piazza per mostrare la propria solidarietà con le donne spagnole e protestare contro la nuova legge, proposta lo scorso dicembre dal ministro spagnolo della Giustizia Gallardòn, sull'interruzione della gravidanza. Tale proposta di legge limita fortemente la libertà femminile riguardo all'aborto e dà diritto ad un'interruzione solo in casi estremi di violenza sessuale o di rischi gravi per la salute fisica e mentale della donna che sceglie di abortire.

Per questo motivo le donne europee hanno voluto scendere in piazza per manifestare e chiedere ai propri governi una garanzia che assicuri loro il diritto di poter scegliere liberamente se diventare madri. In Spagna la mobilitazione prenderà il via da Madrid con una manifestazione che partirà alle 12 dalla stazione Atocha per poi arrivare alla Camera dei Deputati. Per quanto riguarda l'Italia, a Roma le manifestanti si incontreranno alle 15.30 davanti all'ambasciata spagnola in piazza Mignanelli-Piazza di Spagna, a Milano ci sarà una mobilitazione alle 14.30 davanti al consolato spagnolo in via Fatebenefratelli, mentre a Firenze l'appuntamento è fissato in via de Servi.