Prendersi cura delle parti intime è fondamentale per vivere in modo sereno e rilassato la propria vita sessuale. È buona abitudine, dunque, sottoporsi regolarmente a dei controlli ginecologici ma, al di là delle visite specialistiche, è importante non sottovalutare i segnali che il corpo invia. Alcuni sintomi, infatti, nascondono dei problemi fastidiosi che, se trattati, vengono risolti con estrema facilità. Shirin Lakhani, specialista in salute intima del Kent, ha spiegato che basta guardare le secrezioni intime, i peli pubici e la capacità di rilassare la propria vagina per capire da sole se c'è qualcosa che non va: ecco quali sono i cambiamenti anomali che vanno tenuti sotto controllo.

Secrezioni

Avere perdite vaginali è normale, a prescindere dall'età, è il modo naturale in cui le parti intime si liberano da tutte le sostanze "di scarico". Di solito sono più abbondanti dopo l'ovulazione ma è fondamentale che rimangano sempre trasparenti e inodore. Se, al contrario, si notano dei cambiamenti nel colore, nella consistenza o nell'odore, è possibile che ci siano delle infezioni. Per capire come trattarle, è necessario chiedere consiglio al ginecologo.

Peli pubici

Anche se sono molte quelle che optano per la depilazione totale delle parti intime, credendo erroneamente che sia più igienico avere la vagina depilata, la verità è che i peli pubici sono essenziali per proteggere i genitali da batteri e virus. Se, però, provocano prurito, non bisogna sottovalutare il sintomo. Il più delle volte si tratta di peli incarniti o di infiammazioni dovute al contatto con tessuti sintetici. Quando, invece, si ritrovano anche macchie scure e di sangue sugli slip, potrebbero esserci dei pidocchi da trasmissione sessuale. Il medico potrà facilmente diagnosticare il problema e indicare una terapia per rimuoverli.

Lassità vaginale

Con il termine lassità vaginale si indica una condizione di tensione inferiore alla norma delle strutture vaginali e pelviche, che possono aver perso la loro tonicità e resistenza. A provocarla possono essere i motivi più svariati, dal parto all'invecchiamento, fino ad arrivare alla menopausa. Questo può causare incontinenza e dolore durante il rapporto sessuale, due condizioni che a loro volta ricadono sul modo in cui si vivono i rapporti interpersonale. Per fortuna, però, esistono dei rimedi ed è necessario rivolgersi al medico per capire qual è la terapia che meglio si adatta alla propria condizione.