Jeremy Meeks, l'ex detenuto di origini americane che ha sfondato nel mondo della moda, ha raggiunto un ennesimo successo. Dopo aver sfilato a Cannes per Philipp Plein, il brand dell'omonimo stilista fondato nel 2008, è diventato uno dei testimonial della nuova campagna pubblicitaria del brand. Il galeotto sponsorizza la collezione Autunno/Inverno 2017-18 e ancora una volta si è distinto per la sua incredibile bellezza.

Meeks ha infatti posato senza maglietta con i muscoli e i tatuaggi in mostra con indosso solo gli slip del marchio. Ha gli occhi azzurri e profondi, la bocca carnosa e il fascino del "bello e dannato" che fa perdere la testa a milioni di donne. Come se non bastasse, interpreta alla perfezione lo spirito del marchio che intende celebrare la diversità, la forza e l'individualità di ogni persona. La campagna Autunno/Inverno 2017-18 prende ispirazione dalla sfilata tenutasi a New York nel mese di febbraio e vuole rendere omaggio allo spirito autentico di questa città, dove ognuno è il re del proprio quartiere, a prescindere dalla sua provenienza.

Bronx, Chelsea, Queens, Upper East Side, non esistono barriere ma la musica, lo stile, la razza, il genere si fondono. E' proprio per rappresentare questo mix che il designer Philipp Plein ha creato tre collage di immagini della sfilata e del backstage, mettendo in risalto l'unicità di ognuno dei modelli. Quale personaggio più eclettico di Jeremy Meeks avrebbe potuto raggiungere un miglior risultato? L'ex detenuto è la prova vivente del fatto che gli americani hanno il coraggio di reinventarsi e di sperimentare sempre nuove esperienze.