Anna McManamey è una donna di 31 anni, viene da Sidney e nella vita fa la personal trainer. Anche se oggi vanta un perfetto corpo da body builder, in passato ha combattuto contro un disturbo alimentare grave e debilitante. Da piccola era ballerina e atleta di ginnastica ritmica e ha sempre curato in modo maniacale il suo fisico. Arrivata a 16 anni, le è stato detto che non avrebbe mai potuto raggiungere i migliori risultati poiché era troppo "grassa" per quel mondo ed è stato proprio in quel momento che ha cominciato a non accettarsi più così com'era.

"Andavo a letto pensato che prima o poi avrei dimostrato che non ero grassa. Non facevo più colazione, gettavo il pranzo nel cestino e a cena inventavo di non sentirmi bene. Provavo un senso di realizzazione", ha spiegato Anna. Nel frattempo, continuava a sottoporsi a degli allenamenti estenuanti e così facendo è arrivata a pesare 39 chili. Per 7 anni ha sofferto di anoressia e bulimia, aveva continuamente le vertigini, si sentiva priva di energia e addirittura è stata ricoverata in ospedale per il dimagrimento eccessivo. Nonostante fosse magrissima, aveva problemi di autostima, non voleva andare a mare con gli amici e si sentiva quotidianamente frustrata.

Solo quando ha raggiunto i 20 anni ha capito che la situazione non poteva andare avanti così, ha abbandonato la ginnastica e si è concentrata sulla carriera. Ha cominciato a praticare body building per caso e incredibilmente si è appassionata, tanto da modificare completamente la sua alimentazione e da sviluppare dei muscoli tonici e scolpiti. Oggi vanta un corpo da urlo, l'anoressia è solo un lontano ricordo e il suo obiettivo è diventare un modello per tutte quelle che sono ossessionate dal fisico magro: la perdita di peso non risolve i propri problemi, è importante invece mangiare bene e condurre uno stile di vita sano per sentirsi belle e in forma.