Per culotte di cheval si intende l'accumulo di adipe e che si concentra nella zona tra cosce e glutei che può peggiorare l'aspetto della nostra silhouette. Oltre al fattore genetico ci sono una serie di comportamenti che possono favorire l'insorgere di questo inestetismo come ad esempio l'alimentazione, la vita sedentaria o la cattiva postura. È un tipo di cellulite difficile da eliminare del tutto anche se ci sono dei rimedi che possono aiutarci a ridurre o combattere l'odiata culotte de cheval. Vediamo quali sono!

Culotte de cheval: cause

Tra i fattori più incisivi c'è senza dubbio la postura: da quella che si assume quando si indossano i tacchi alti infatti, sino a quella tipica di chi sta per molto tempo seduto alla scrivania. Quando si lavora in ufficio infatti, spesso si rischia di accumulare una tensione muscolare che si ripercuote sul lato esterno della coscia, provocando così una ritenzione idrica piuttosto persistente che causa di conseguenza la nascita della cellulite nella zona tra gluteo e coscia. È importante quindi alternare scarpe con il tacco alto a scarpe basse e evitare di stare sedute per troppo tempo, alzandosi ogni tanto dalla scrivania.

Combattere la culotte de cheval con l'alimentazione

Questo fastidioso inestetismo può essere combattuto partendo dall'alimentazione. Con i giusti cibi e condimenti si può infatti cominciare a scolpire la silhouette, ma ad un regime alimentare sano andrà abbinata ovviamente dell'attività fisica mirata e costante. Uno dei primi ingredienti di cui andrà ridotto l'utilizzo è il sale: esso infatti stimola la ritenzione idrica e per tanto è consigliato non assumerne più di 5 grammi al giorno, all'incirca un cucchiaino da tè. Importantissimo poi bere tanta acqua, almeno due litri al giorno, per depurare l'organismo e per eliminare l'acqua in eccesso. Tra gli alimenti invece, sono da preferire cibi come frutta e verdura di stagione, carni bianche, pesce magro e di evitare invece le cotture fritte privilegiando quelle alla griglia, bollite oppure a vapore. Tra i cibi drenanti non possono mancare: cetrioli, finocchio, sedano, ananas e asparagi per contrastare la ritenzione idrica. I carboidrati sono importanti per fornire energia al nostro corpo: scegli quelli che provengono da cibi integrali perché i carboidrati che finiscono sulle cosce sono quelli che assumiamo consumando riso e pane bianco, dolci e biscotti. Quindi, per eliminare la culotte de cheval, preferiamo i cibi integrali e sbarazziamoci, o limitiamo molto il consumo di cibi fritti o prefritti e confezionati, ricchi di grassi idrogenati.

Come dimagrire e rassodare cosce e glutei con la ginnastica

La culotte de cheval si elimina anche grazie a una costante attività fisica e a esercizi mirati. Innanzitutto bisogna bruciare i grassi e il modo più efficace è il cardio da eseguire almeno per 30 minuti 4 volte a settimana: possiamo farlo con la corsa, andando in bicicletta o con il nuoto o l'acquagym: scegliamo l'attività cardio che più ci piace e cominciamo e bruciare grassi! Dopo aver bruciato i grassi dobbiamo sviluppare e tonificare i muscoli, possiamo farlo con i pesi e gli attrezzi da body building, ma anche con attività come il pilates o lo yoga, anche lo squat è molto efficace perché lavora proprio su cosce e glutei modellandoli. Anche la pedana vibrante potrebbe essere un aiuto in quanto facilita il ritorno sanguigno venoso migliorando la funzionalità della pompa muscolare. L'incremento del flusso sanguigno riduce anche il processo di ristagno dei liquidi combattendo la ritenzione idrica e quindi la formazione di cellulite. Inoltre la pedana agirà anche a livello di equilibrio posturale. Bisogna poi fare esercizi specifici: eccone alcuni utili a combattere la culotte de cheval.

Step up: per eseguire questo esercizio ti serve uno step. Per cominciare tieni in mano un peso di 1 kg ma, con il tempo cerca di arrivare almeno a 5 kg per braccio e esegui 3 o 4 sessioni per piede: sali con il piede destro sullo step e poi con quello sinistro, scendi con quello destro e poi con il sinistro ripetendo per 10 volte. Cambia il piede con cui sei partita e ripeti altre 10 volte.

Sollevamenti laterali: lega un pesetto sulle caviglie e appoggiati al muro, solleva prima la gamba destra avanti a te e esegui per 10 volte, poi cambia gamba e esegui altre 10 volte ripetendo per almeno 3 o 4 sessioni per gamba. Tieni i fianchi ben dritti mentre esegui l'esercizio.

Leg lift: da eseguire sdraiate prima sul lato sinistro, mantenendo i fianchi alla stessa altezza e appoggiando la testa aiutate dal gomito destro. Alzate la gamba più in alto che potete e alzate e abbassate per 10 volte, ripetendo lo stesso esercizio con l'altra gamba eseguendo 3 serie per gamba. Durante l'esercizio gli addominali devono essere sempre contratti.

Trattamenti cosmetici per la culotte de cheval

Anche le creme adatte possono aiutarci insieme alla giusta alimentazione e all'attività fisica, a raggiungere ottimi risultati. Prima di comprare una crema verifichiamo i principi attivi: è importante che contenga caffeina, carnitina o alghe perché sono tutte sostanze che aiutano a sciogliere i grassi e a contrastare la cellulite in modo mirato. Quelle in gel sono più facili da assorbire mentre quelle corpose richiedono un massaggio per essere assorbite. L'automassaggio è importante ed è uno dei metodi migliori per combattere la cellulite e gli accumuli adiposi localizzati. I fanghi sono ottimi come trattamento d'urto. Inoltre è molto importante eseguire uno scrub, anche una volta a settimana, per eliminare le cellule morte e stimolare la microcircolazione, potete realizzarlo da sole con olio di oliva e sale. Tra i consigli estetici c'è anche quello di evitare di indossare jeans e pantaloni attillati, non solo perchè mettono ancora più in evidenza la culotte de cheval ma anche perché, questo tipo di abbigliamento, non aiuta la circolazione e aumenta il rischio che si formi la cellulite.

Fango anticellulite per combattere la culotte de cheval: rimedio naturale fai da te

Questo fango anticellulite al cacao è ottimo per combattere la cellulite e i cuscinetti di adipe. Per preparare questo fango fai da te hai bisogno di: 4 cucchiaini di cacao amaro in polvere, 2 cucchiaini di sale grosso, 1 fondo di caffè, acqua tiepida. Mettete in un recipiente tutti gli ingredienti, tranne l'acqua che verrà aggiunta un po' alla volta fino a quando non si ottiene un composto dalla consistenza del fango (potete aggiungere anche delle gocce di olio essenziale anticellulite al limone, ginepro, cipresso, 2 per ogni olio). Applica il fango su glutei, fianchi e cosce spalmando con le mani o con un pennello. Avvolgere le zone trattate nella carta pellicola e lasciare agire per 30 minuti. Dopo sciacquare con acqua tiepida. Bisogna ripetere questa applicazione 3 o 4 volte a settimana lontano dai pasti e, se possibile, dopo l'attività fisica.