Lillian Weber viene dall’Iowa, è una donna di 99 anni ed ha dimostrato che non è mai troppo tardi per dedicarsi alle proprie passione e per aiutare i più bisognosi. Ogni giorno, infatti, passa il suo tempo a cucire abiti, nonostante sia alla soglia dei 100 anni e non ci veda più molto bene. Lo fa per aiutare le bambine che, nei paesi più poveri del mondo, non possono permettersi di acquistare dei vestiti nuovi.  Fino ad oggi ha infatti donato oltre 840 abiti a Little Dresses for Africa, un'organizzazione cristiana no profit che distribuisce le sue creazione alle ragazze in difficoltà di 47 paesi dell’Africa. L’obiettivo della signora? Raggiungere i mille abiti entro maggio, cioè entro la data del suo centesimo compleanno. Lillian non ama stare con le mani in mano ed ogni giorno si dà da fare.

La sua immensa forza d’animo dovrebbe essere presa d’esempio da tutti quei giovani stanchi e stressati per il loro lavoro. Ogni abito della donna è unico e creativ. Sua figlia ha infatti dichiarato: "Sono tutti personalizzati, per lei non è sufficiente creare gli abiti, a ciascuno deve dare un tocco personale, qualcosa di speciale". L’idea è nata nel 2011, quando Lillian ha visto in televisione un documentario su delle organizzazioni no-profit, che permettevano alle persone comuni di dare degli aiuti materiali ai popoli più bisognosi. Inizialmente, aveva cominciato a lavorare con altre donne del quartiere, tutte ultra-ottantenni, ed oggi continua a portare avanti il suo progetto da sola. Finché avrà la forza di cucire, non rinuncerà a dare il proprio sostegno alle bambine nate in paesi difficili.