Le mani sono da sempre una delle parti del corpo più esposte: le fredde temperature invernali e il vento per quanto riguarda gli agenti atmosferici oppure i frequenti lavaggi e l'utilizzo di disinfettanti possono essere la causa principale della secchezza cutanea. La conseguenza inevitabile è che la mani appaiono secche e screpolate, ruvide e talvolta nasce anche un fastidioso prurito. Cosa fare allora in questi casi? È fondamentale idratarle correttamente per apportare il giusto nutrimento alla pelle e contrastare così la desquamazione. Quando è possibile, evita di utilizzare detergenti e saponi troppo aggressivi che potrebbero seccare ulteriormente la pelle, e scegli prodotti delicati e ad azione emolliente e idratante. La differenza la farà poi la crema mani, e soprattutto la tua costanza nell'applicarla. Ma come si sceglie la crema mani più adatta alle nostre esigenze?

Quali sono gli ingredienti più efficaci per idratare le mani?

Ogni crema mani in commercio presenta degli ingredienti idratanti in grado di restituire alla pelle la nutrizione necessaria: che si tratti di oli, burri o principi attivi idratanti tutte le creme fanno il loro lavoro, ovvero idratare la pelle delle mani. Come si sceglie allora la crema mani? Guardando l'INCI, ovvero gli ingredienti che la compongono che sono riportati sulla confezione della crema. Se stai cercando una crema mani idratante, ovvero per una pelle non particolarmente secca ma che ha bisogno di acqua, il primo ingrediente dovrà essere l'acqua, seguito a sua volta dalla glicerina. Se invece hai bisogno di un nutrimento maggiore perché la tua pelle è particolarmente secca, scegli una crema che tra l'acqua e la glicerina riporti l'indicazione di contenere burri o olii. Allo stesso tempo bisogna fare attenzione agli ingredienti dai quali bisognerebbe stare alla larga, perché invece di nutrire la pelle creano una barriera impermeabile sulla superficie della pelle: si tratta di siliconi e sostanze sintetiche che riportano i nomi di paraffinum liquidum, petrolatum, mineral oil, cera microcristallina, ciclopentasiloxane e dimethicone. Inoltre, alcuni tipi di conservanti come il propylparaben e il butylparaben, così come  l’antiossidante bha potrebbero interferire con il sistema ormonale. Particolare attenzione anche in caso pelle sensibile: il Comitato Scientifico della Commissione Europea ha creato appositamente una black list con gli ingredienti più a rischio che potrebbero causare irritazione.

Il prezzo incide sulla qualità delle creme?

Spesso ci si chiede se il prezzo determini la qualità del prodotto: la risposta è quasi sempre no. La maggior parte delle creme mani si posizionano su una fascia di prezzo medio-bassa, nettamente differente rispetto al range delle creme viso per esempio. Una crema mani che trovi al supermercato è spesso simile a quella che trovi in farmacia: cambiano spesso le profumazioni e il packaging, mentre gli ingredienti possono essere simili. Il consiglio è quindi quello di dare un'occhiata agli INCI per capire il tipo di sostanza contenuta all'interno della crema prima di fare la vostra scelta, indipendentemente dal prezzo.

Migliori creme mani: 3 prodotti da provare

Quale crema scegliere allora per idratare al meglio le mani? Tra le più celebri c'è la Ultimate Strenght Hand Salve di Kiehl's: l'iconica crema mani del brand contiene una miscela di oli vegetali per levigare, ammorbidire e idratare anche la pelle più secca. Da provare il Balsamo Mani di Burt's Bees, perfetto per le pelli più secche e ruvide: composto da oli vegetali come l'olio d'oliva, diverse erbe e cera d'api fornisce un'idratazione di alto livello anche alle mani molto screpolate. La Crema Mani Concentrata di Neutrogena invece è perfetta nei casi di lavaggi frequenti perché la sua formula aiuta a mantenerle idratate anche dopo averle lavate: dona sollievo e protegge anche le mani più secche e screpolate.

Come si applica la crema mani

Sembra una banalità ma non tutti sanno come applicare la crema mani nel modo corretto per idratarla al meglio: per prima cosa dovrai applicare una piccola quantità di prodotto sul palmo della mano, spalmandolo massaggiando i palmi dall'alto verso il basso e viceversa. A questo punto posiziona il palmo della mano destra sul dorso della mano sinistra: questa è una delle parti più secche perché maggiormente esposta. Con i polpastrelli raggiungi anche la zona tra un dito e l'altro, che spesso viene dimenticata. Procedi poi con gli stessi movimenti sull'altra mano. L'ultimo step prevede l'idratazione delle dita: avvolgi ogni dito con il palmo della mano opposta e compi dei piccoli movimenti circolari per far penetrare al meglio la crema.