Ennio Capasa è uno di quegli stilisti in grado di creare abiti concettuali ma portabili, di tramutare un'idea in qualcosa di indossabile, di vestire la donna con un pensiero. Questo è ciò che si nota osservando la nuova collezione di CoSTUME NATIONAL per l'Autunno/Inverno 2014-15 presentata al museo della Triennale di Milano.Sulla passerella gli opposti si uniscono e danno vita ad affascinanti abiti, perfetti per una donna cool che ama rompere le barriere ed uscire dagli argini troppo stretti di una moda monotematica. La donna di CoSTUME NATIONAL sceglie di mescolare per creare il proprio stile, di giocare unendo maschile e femminile, casual e formale. Gioca con gli opposti e risponde alle contraddizioni della società con uno stile ricercato ed essenziale. "In questa collezione – afferma Capasa – ho lavorato per rompere le barriere tra moda e antimoda, costruito e decostruito, maschile e femminile. Fondendo le linee morbide dello sport con quelle precise del tailorign. Ne è risultata una donna che risponde alle contrddizioni con un'attitudine cool e rilassata".

In passerella sfilano splendidi cappotti over e giacche con tagli a vivo e con maxi scolli irregolari. La destrutturazione, tanto amata da Capasa, le geometrie create con il tessuto e la tridimensionalità delle stoffe creano una silhouette affascinate e inaspettata. Il bianco accecante e il nero più scuro sono intervallati con sprazzi di viola e rosso acceso che arrivano in passerella come un fulmine che sprigiona luce. Abiti corti e top monospalla contribuiscono a dare un tocco di sensualità ad una donna che, pur indossando abiti dal sapore maschile, non rinuncia, mai, alla sua femminilità, una femminilità nuova, più moderna, che la rende unica.