Trovare l'abbigliamento giusto per l'autunno non sempre è un'impresa semplice: le temperature variano molto durante l'arco della giornata e, per sopravvivere a questa stagione intermedia, l'unica soluzione è vestirsi a strati o meglio, vestirsi a cipolla: canotta, camicia, cardigan, pullover, trench oltre a foulard o sciarpe. Non basta però mettere tutto insieme, bisogna anche fare i giusti abbinamenti per un perfetto look autunnale.

Come vestirsi in autunno: l'abbigliamento a strati per un outfit perfetto

Vediamo ora quali sono i capi indispensabili per vestirsi a cipolla in modo da affrontare sole, vento o pioggia nel modo giusto e stare al riparo da raffreddori e malanni di stagione.

Strato 1: canotta o top

Il top senza maniche o la canotta sono il primo elemento da indossare per un perfetto abbigliamento a strati. Non pensate però alla classica maglia della salute, parliamo di canotte colorate oppure più raffinate con borchiette o ricami da utilizzare, in caso di caldo improvviso, come sottogiacca, eliminando camicia o pullover. Scegliete un modello aderente che possa andar bene anche per un abbigliamento serale da abbinare su pantaloni ma anche su una gonna corta.

Strato 2: T-shirt o camicia

Il secondo strato dipende anche dalla tipologia di abbigliamento che scegliamo. Sopra la canotta possiamo indossare una t-shirt basic in cotone a maniche corte o lunghe, oppure una camicia. I due capi possono essere anche abbinati insieme così da utilizzare la maglia nelle ore più calde e mettere la camicia quando cambiamo ambiente o le temperature si abbassano un po', nonostante il sole. La camicia in denim o quelle a quadri (o scozzese) sono l'ideale per questo abbinamento da indossare su una gonna o pantalone in jeans per un abbigliamento sportivo. Un'altra soluzione è la camicia in seta o materiale leggero da indossare sopra il top, in questo caso da abbinare a un pantalone classico o a palazzo.

Strato 3: cardigan, pullover o maglione over size?

Il terzo strato dovrà proteggervi dal freddo improvviso: l'ideale è che sia morbido e in lana leggera. Il cardigan è un capo ideale nelle mezze stagioni, da utilizzare sia in autunno che in primavera grazie ai bottoni che lo rendono un capo pratico e abbinabile. Potete utilizzare quelli corti o i maxi da indossare anche su gonne mini o al ginocchio e su abitini estivi: in questo caso da portare sempre sbottonato. I pullover sceglieteli sottili, con una camicetta in seta sono l'ideale. I maxi pull o maglioni over size vanno benissimo appena scendiamo al mattino presto con il freddo, da togliere poi negli ambienti caldi: sono perfetti indossati sopra una maglia in cotone aderente. Anche una camicetta in seta con dei bordini in pizzo può essere un'idea per un look più fashion.

Strato 4: Trench o giacca in ecopelle

Uno dei capi più rappresentativi dell'autunno è il trench, il più utilizzato è quello classico a doppio petto, utile anche per proteggerci da una pioggia improvvisa. L'ideale è acquistarlo in un colore neutro facilmente abbinabile a tutte le tinte, così da utilizzarlo come capo jolly. Oltre al modello classico è di moda anche il trench vest, cioè smanicato, più morbido e ideale sui pullover over size abbinato a leggins o pantaloni skinny.

Altro capospalla molto utile in autunno è la giacca in ecopelle: i modelli sono tanti e vanno dal classico chiodo a quelli più femminili. Di solito sono abbastanza corti e vanno bene per un abbigliamento a cipolla con sotto t-shirt, camicia leggera e pullover. I capi sotto la giacca possono essere più lunghi, a sagomare i fianchi oppure infilati nei pantaloni.

Strato 5: sciarpa, foulard o scaldacollo

L'ultimo strato sarà costituito da scaldacollo, sciarpette o foulard da tenere sempre in borsa scegliendo varie tonalità da abbinare ai diversi outfit: alternate il monocolore alle fantasie. Sceglieteli però leggeri in cotone, seta in modo da essere protette dagli spifferi ma senza sembrare goffe con sciarpe in lana troppo spesse e pesanti.

Come vestirsi in autunno: i consigli per l'abbigliamento a strati

Vediamo ora alcuni consigli utili per l'abbigliamento a cipolla così da non commettere errori.

  • Se nella parte superiore del corpo facciamo abbondanza di capi, è meglio scegliere pantaloni o jeans skinny meglio se neri perché facilmente abbinabili. O optare per le gonne, lunghe, midi o corte a seconda della tipologia di abbigliamento;
  • sotto i pantaloni indossate calze corte, magari ricamate se indossate delle gonne;
  • cercate poi di abbinare i colori per non creare una confusione di tonalità. Scegliete tre colori di cui due saranno base e uno più eccentrico o forte. Il primo colore base potrà essere un colore neutro o più deciso, in base al tipo di abbigliamento, il secondo  sarà della stessa tonalità del primo ma in una nuance diversa: o più chiara o più scura. Il terzo sarà di un colore diverso, magari in contrasto, per dare un tocco in più all'abbigliamento: utilizzate quindi questo colore anche per abbinare cappelli, foulard, calze ecc…
  • chi preferisce un look più sobrio può invece scegliere tre tinte che appartengono alla stessa colorazione ma in nuance diverse: ad esempio le scale di grigio.