Il frigorifero è uno degli elettrodomestici più importanti della casa: è infatti indispensabile per conservare i cibi a lungo. Spesso però lo si utilizza male, mettendo tutto dentro un po' come viene, senza badare alle giuste collocazioni, oppure riempiendolo troppo. Importante poi pulirlo periodicamente e curarne la manutenzione per ottenere dal nostro elettrodomestico la massima performance. Scopriamo allora quali sono i trucchi per utilizzare al meglio il frigorifero: la giusta temperatura, cosa conservare e per quanto tempo, come collocare i cibi e altri consigli che ci permetteranno anche di risparmiare sul consumo dell'elettrodomestico, oltre ad evitare inutili sprechi. Ecco le semplici regole da seguire!

1.Pulizia e manutenzione periodica

Perché il frigorifero funzioni al meglio è importante eseguire una pulizia periodica , oltre ad una manutenzione di base. Pulite il frigo con acqua e bicarbonato o acqua e aceto, per eliminare i cattivi odori, pulendo bene anche tutti i ripiani e i cassetti dove di solito è contenuta la frutta. Pulitelo almeno un paio di volte all'anno, e fate lo stesso con il freezer che dovrà essere pulito e sbrinato periodicamente seguendo le istruzioni del manuale per eseguire il tutto in modo corretto. Non utilizzate mai oggetti appuntiti per rimuovere il ghiaccio perché potrebbero danneggiare l'elettrodomestico compromettendone il buon funzionamento.

2.Controllate la temperatura e collocate ogni cibo nel ripiano giusto

Il frigo ha una sua temperatura ideale che va dai 4°C ai 6°C, mentre quella del freezer deve essere compresa tra i -15°C e i -18°C. Ricorate poi che ogni zona del frigo ha diverse temperature, per questo è importante sapere dove collocare i diversi alimenti. Nella porta vanno riposti formaggi, burro e bevande; nei ripiani superiori potete sistemare uova, latticini, salumi, dolci, cibi avanzati e condimenti aperti, lì la temperatura è intorno ai 5°C. Nei ripiani bassi mettete carne e pesce, in quella zona la temperatura è infatti più bassa, vicino agli 0°C. Nei cassetti andranno invece sistemate frutta e verdura ad una temperatura di 2°C. Rcordate sempre di conservare i cibi in contenitori ermetici o coperti con pellicola trasparente per evitare contaminazioni e passaggio di odori tra i diversi alimenti.

3.Cosa mettere e cosa no

Non tutti i cibi vanno conservati in frigo: sapete quali mettere e quali no? Gli alimenti da conservare in frigo sono: uova, latte, marmellata, salse aperte, verdura e quasi tutta la frutta, oltre a cibo avanzato e carne e pesce crudi. Ci sono poi cibi che devono essere conservati a temperatura ambiente come la mozzarella, i pomodori acerbi, i fagiolini, i cetrioli, le zucchine, oltre a patate, aglio, cipolla e olio: questi ultimi devono essere riposti in luoghi asciutti e bui, così come il caffè, che va conservato in un contenitore ermetico. Altri alimenti da conservare a temperatura ambiente sono miele, basilico, avocado e banane, soprattutto quando non sono ancora mature. Anche la senape e il ketchup possono essere conservati fuori dal frigo, a differenza di quanto si pensi.

4.Non tenete i cibi in frigo più del dovuto e rispettate le scadenze

Una volta riposti i cibi in frigo, non teneteli più del dovuto: il latte ad esempio, una volta aperto, deve essere consumato entro 5 giorni, il formaggio stagionato può essere conservato fino ad una settimana avvolto nella pellicola trasparente, così come la frutta che deve essere riposta in sacchetti trasparenti. L'insalata può essere conservata per non più di 3 giorni, carne e prosciutto vanno tenuti in frigo per 2 giorni al massimo, mentre il pesce solo 1 giorno. Attenzione poi anche alle date di scadenza: innanzitutto collocate più indietro i prodotti che non hanno scadenza breve, sistemando avanti quelli da consumare prima, con la scadenza in vista, o quelli già aperti, in modo da non buttare via il cibo, o almeno provarci! Ricordate poi la differenza tra "consumare entro" e "consumare preferibilmente entro": nel primo caso è necessario rispettare la data di scadenza riportata sul prodotto, nel secondo caso, invece, nel secondo caso i cibi possono essere consumati anche qualche giorno dopo la scadenza, in quanto mantengono ancora intatte le loro proprietà organolettiche.

5.Seguite semplici regole per la giusta conservazione dei cibi

Ci sono poi delle semplici regole da seguire per conservare i cibi nel modo giusto. In frigo vanno messi solo cibi freddi: se dovete conservare un cibo appena preparato, fatelo prima raffreddare e poi riponetelo in frigo ben coperto. Inoltre è importante non riempire troppo il frigo: sistestemare troppe cose una vicino all'altra non permette la giusta circolazione d'aria. Non aprite spesso la porta in quanto ogni apertura fa entrare nel frigo aria calda, costringendo l'elettrodomestico a un surplus di lavoro: apritela quindi il meno possibile e per breve tempo. Sistemate sempre i cibi in contenitori chiusi e liberateli degli involucri esterni dopo l'acquisto. Ricordate poi di non posizionare il frigorifero troppo vicino al muro e non tenetelo mai all'aperto o in spazi non riparati, in quanto può essere pericoloso lasciarlo alle intemperie.