Avete dei jeans che vi piacciono moltissimo ma che non riuscite a indossare perché vi calzano troppo larghi in vita o sulle gambe? Niente panico, anche se siete negati con la manualità del taglia e cuci potete modificarli a casa con il "fai da te". Non serve necessariamente andare dalla sarta o servirsi della macchina per cucire per donare una nuova forma ai pantaloni, potete anche utilizzare dei metodi alternativi semplici e veloci che si riveleranno ugualmente efficaci. Ecco tutte le soluzioni su cui puntare quando i jeans perdono forma, quando risultano larghi in vita o quando il problema sono le gambe larghe.

Come stringere i jeans senza macchina da cucire

Se da un lato per un paio di jeans troppo stretti c'è davvero poco da fare, per dei pantaloni larghi è possibile "correre ai ripari". La cosa che in pochi sanno è che possono essere modificati anche senza l'intervento della sarta, anche se il più delle volte questi rimedi "fai da te" hanno una durata temporanea.

1. Lavaggio in lavatrice

  • Per stringere un jeans senza servirsi dell'aiuto della sarta o della macchina per cucire si può provare a lavarlo in lavatrice in acqua calda, stando bene attenti a non superare i 70 gradi.
  • È fondamentale evitare l'uso di ammorbidenti e non lavare i pantaloni con altri indumenti. Se lo si fa con una lavatrice a carico frontale, inoltre, si avrà un maggiore impatto rispetto a un modello con carica dall'alto, visto che la centrifuga restringe le fibre.

2. Asciugatura ad alte temperature

  • Per quanto riguarda l'asciugatura, sarebbe bene puntare sulla temperatura più alta. Al termine dell'operazione i jeans sono più stretti, anche se non per molto: questo metodo ha infatti una durata limitata, visto che, indossando l'indumento, lo si farà tornare alla sua fama comoda.
  • L'ideale è non esagerare con questo trucco: a lungo andare le fibre vengono danneggiate dal calore e i jeans finiscono per slabbrassi in modo irreversibile.

3. Bollitura

In alternativa i jeans larghi possono anche essere messi a bollire in una pentola piena d'acqua. È fondamentale tenere sempre tutto sotto controllo, così da non farli bruciare ed essere costretti a gettarli. Anche in questo caso, però, i risultati avranno una durata limitata.

Come stringere i jeans in vita

A volte, soprattutto quando si perde qualche chilo, i jeans vanno leggermente larghi solo in vita, mentre invece all'altezza delle gambe continuano a calzare in modo perfetto. Se anche in questo caso non si vuole chiedere l'aiuto a una sarta, si possono usare dei metodi alternativi e fai da te.

1. Pence interna

Quando si vuole stringere il jeans in modo non irreversibile, ovvero senza rimuovere il tessuto, è necessario optare per una pence interna. Dopo aver preso le misure, il pantalone va modificato nella sua parte posteriore, ovvero nella cucitura presente nella regione sopra le tasche, dove all'interno va cucita una piega a forma di triangolo con vertice verso il basso. Il risultato sarà impeccabile e soprattutto, se mai si dovesse tornare ad allargarlo, basta scucire i punti.

2. Elastico

A molti capita di non trovare mai i jeans che calzano alla perfezione, spesso quando aderiscono in modo impeccabile sulle cosce, in vita rimangono larghi. In questo caso si possono stringere con un semplice elastico che va cucito nella parte interna della vita dopo aver preso le misure del proprio bacino. Dall'esterno le modifiche non saranno assolutamente visibili.

3. Pence esterna

L'ultima spiaggia è la pence esterna, la soluzione ideale per coloro che sono negati con il cucito, visto che è anche la più facile da realizzare. Di solito questo metodo viene consigliato quando bisogna modificare un pantalone per bambini: nel giro di qualche mese, infatti, il piccolo cresce in modo considerevole e quella cucitura esterna (che potrebbe risultare anti-estetica) può essere tranquillamente rimossa.

Come stringere la gamba dei pantaloni

Se il problema, invece, sono le gambe, magari perché il modello di jeans in questione non è skinny come lo si vorrebbe, si può provare con i metodi "temporanei" indicati sopra, anche se il più efficace rimane sempre quello che prevede l'uso della macchina per cucire.

Cucitura interna

Il metodo più pratico per ridurre l'ampiezza delle gambe di un jeans è fare delle cuciture interne con una macchina per cucire. Come prima cosa è necessario prendere le misure con un pantalone simile, facendo combaciare i due modelli dal cavallo in giù. Dopo aver imbastito il tutto e tagliato il tessuto in eccesso, si potrà mettere a rovescio l'indumento e dare il via alle cuciture.