Smacchiare i tessuti in modo semplice e veloce si può, basta seguire dei semplici consigli per eliminare anche le macchie più difficili con i metodi giusti ed efficaci. Innanzitutto ricordiamo che più la macchia è fresca e più sarà facile toglierla: agire prima, quindi, evitando di farla seccare. Se è vero che ogni macchia ha il suo rimedio, è però importante utilizzare sempre acqua fredda perché quella calda non farebbe altro che trattenere la macchia nei tessuti imprigionandola. È poi fondamentale tamponare la macchia evitando di strofinare, inoltre non dimenticate di leggere l'etichetta dei capi, prima di trattarli. Vediamo allora quali sono i metodi naturali più efficaci per eliminare ogni tipo di macchia, anche le più difficili.

Come smacchiare i tessuti: dal vino rosso al fango

Non tutte le macchie sono uguali quindi per smacchiare i tessuti dobbiamo procedere in modo diverso a seconda della macchia da eliminare e in base al tessuto: bisogna quindi pre trattare i nostri capi prima del lavaggio e, per farlo, possiamo utilizzare diverse soluzioni. Vediamo come farlo con dei semplici rimedi naturali.

Vino rosso

Per smacchiare i tessuti dalle macchie di vino rosso il rimedio più veloce è sicuramente l'acqua frizzante: versatela sulla macchia e strofinate con delicatezza prima di lavare subito in acqua fredda, a mano o in lavatrice. In questi casi possiamo anche mettere sulla macchia uno strato di sale grosso che assorbirà il vino. Lasciate agire per alcuni minuti prima di lavare. Inoltre, potete anche trattare la macchia di vino rosso con il vino bianco: inumidite uno straccio bianco pulito con del vino bianco, cospargete anche il tessuto sporco con il vino bianco e tamponate con lo straccio bagnato. Ripetete un paio di volte e lasciate in ammollo in acqua frizzante.

Sugo e unto

Quando a rovinare camicie, tovaglie e vestiti è l'olio possiamo correre subito ai ripari smacchiando con il borotalco o la farina da cospargere sulla macchia di unto in modo che assorba l'olio. Sui capi bianchi in cotone possiamo anche utilizzare un po' di detersivo per i piatti prima di procedere al lavaggio. Se si tratta di un tessuto di lana, tamponate prima con carta assorbente e poi mettete il borotalco lasciando agire anche tutta la notte prima di procedere al lavaggio. Per le macchie di sugo uno dei rimedi più efficaci è l'aceto bianco da versare sulla macchia strofinando un po' e lasciando agire prima del lavaggio in acqua fredda.

Tè, caffè e cioccolato

Se tè o caffè macchiano un capo di seta o di lana smacchiamo i nostri tessuti con della glicerina e poi laviamo in acqua tiepida e qualche goccia di alcool. Su tutti gli altri tipi di tessuto, si può usare il sapone di Marsiglia oppure una miscela di acqua tiepida e tuorlo uovo che eliminerà in un sol colpo qualsiasi alone marrone. I capi bianchi potete pre trattarli con il succo di limone. Per smacchiare i tessuti dal cioccolato vi basterà tamponarli con dell'acqua ossigenata, se il tessuto è bianco altrimenti, per i capi colorati, utilizzate l'aceto bianco.

Inchiostro e pennarelli

Per smacchiare i tessuti da inchiostro e pennarelli la prima cosa da fare è tamponare la macchia con della carta assorbente imbevuta di acetone, oppure utilizzare sale e limone strofinando delicatamente fino a che la macchia non sparisce o ne resti solo un alone, per poi procedere al lavaggio in lavatrice.

Smalto, vernice e pittura

Un rimedio utile per smacchiare i tessuti da smalto, vernice e pittura è l'acetone: prendete un panno da mettere sotto la parte macchiata e tamponate con acetone per unghie non oleoso e diluito con l'acqua. Se la macchia c'è ancora bagnate un batuffolo di cotone con l'acetone e ripassatelo sulla macchia per eliminare i residui. Su capi di cotone, lino e seta mettete l'indumento a faccia in giù su delle salviette di carta in modo che la macchia sia a contatto con la salvietta. Funziona sia su macchie fresche che su macchie secche. Le macchie di pittura e vernice vanno via anche con la lacca: rimuovete prima la pittura in eccesso e poi spruzzate la lacca sulla zona interessata lasciando agire per un paio di minuti. Strofinare delicatamente con una spazzola per eliminare ogni residuo. Se è il caso ripetere l'operazione.

Rossetto

Per smacchiare i tessuti sporchi di rossetto rimuoviamo prima l'eccesso senza strofinare e tamponiamo con un panno imbevuto di trielina, dopo ripassiamo con acqua e detergente neutro, infine cospargiamo di talco e spazzoliamo finché la zona non è asciutta. Anche la lacca per capelli può essere un ottimo rimedio: spruzzatela sulla macchia e lasciate agire per alcuni minuti e poi tamponate la macchia con un panno di cotone e dopo lavate il capo.

Tinta

Spesso dopo la tintura possiamo ritrovarci delle macchie di tinta sui vestiti. In questi casi, per smacchiare possiamo utilizzare il limone da strofinare sulla macchia prima del lavaggio, oppure dell'aceto di mele, efficace su tinte rosse e scure: lasciate il tessuto imbevuto per almeno due ore prima di lavarlo.

Sangue

In caso di capi macchiati di sangue vi basterà metterli subito in acqua fredda strofinando con delicatezza. Lasciate poi in ammollo in acqua e ammoniaca e risciacquate. Un altro metodo per smacchiare i tessuti dal sangue è versare l'acqua ossigenata direttamente sulla macchia e poi lavare subito in acqua fredda.

Erba e fango

Smacchiare i tessuti da erba e fango può sembrare un'impresa impossibile e invece ecco come fare. Per le macchie di erba evitate di farle seccare e agite subito utilizzando alcol o acqua ossigenata tamponando delicatamente. Se la macchia non va via possiamo utilizzare un altro metodo che però non va utilizzato su tessuti delicati: mettete in ammollo in una miscela di acqua tiepida, aceto bianco e ammoniaca in parti uguali per almeno 12 ore. Per smacchiare un tessuto dall'erba secca tamponate del succo di limone e poi lavate. Le macchi di fango sono le uniche che è meglio far seccare: mettere subito l'acqua farebbe fissare il fango sul tessuto. I residui secchi vanno spazzolati via, poi si tampona con aceto e acqua prima del lavaggio in lavatrice

Regole generali per smacchiare i tessuti

Vediamo ora una serie di utilissimi consigli che vi torneranno utili quando vi ritroverete a smacchiare i vostri capi.

  • Agite velocemente: togliere le macchie appena fatte è molto più semplice, perché non hanno ancora avuto il tempo di penetrare nei tessuti e quindi di danneggiarli.
  • Mettete in atto delle regole sempre valide: anche se ogni macchia viene trattata in modo diverso, ci sono delle regole generali che valgono per tutte le macchie: bagnate solo con acqua fredda, mettete poco sapone e tamponate. Lavate poi con acqua fredda e salata e sciacquate bene stendendo i capi all'ombra e non alla luce diretta del sole. Evitate l'acqua calda che potrebbe fissare la macchia.
  • Fate delle prove con i tessuti: prima di utilizzare una sostanza su un determinato tessuto, fate un piccolo test in zone più nascoste, come dentro una tasca o comunque in una parte interna. Eviterete così di rovinarli.
  • Tamponate i tessuti delicati: quanto tamponate i vostri tessuti macchiati, fatelo imbevendo il tessuto con la sostanza pulente e, soprattutto su tessuti delicati come la seta ma anche su quelli colorati e sulla lana, tamponate senza mai strofinare. Per evitare che si formino pallini utilizzate lo stesso tessuto del capo macchiato: panno di lana per la lana, di seta per la seta ecc…
  • Strofinate i tessuti resistenti: per i tessuti in cotone o in jeans che sono più resistenti smacchiate sfregando delicatamente utilizzando il prodotto necessario più un panno pulito.
  • Smacchiate il tessuto su un materiale assorbente: per smacchiare al meglio i vostri tessuti, appoggiate la parte macchiata su del materiale assorbente come ovatta o tovaglioli di carta bianchi, in modo da trasferire la macchia sul tessuto assorbente.
  • Se le macchie sono difficili da eliminare: tamponate la macchia con del latte freddo lasciando poi in ammollo per tutta la notte in acqua salata.
  • Lavare subito in acqua: qualsiasi rimedio utilizziamo per le smacchiare i nostri tessuti, lasciamolo poco tempo sulla macchia e laviamo subito in acqua fredda.