Wichooda Cheychom è una modella thailandese, viene dalla provincia di Lopburi e ritiene di aver individuato il trucco perfetto per riconoscere un seno rifatto. Lei stessa lo ha provato sulla sua pelle, visto che non nasconde di aver ricorso al chirurgo per avere un décolleté prosperoso. In pratica, spegne la luce, accende il cellulare, lo rivolge verso il seno e il risultato è incredibile.

La stanza dovrebbe essere completamente buia ma invece è possibile vedere la fluorescenza delle protesi al silicone. Sorpresa dall'effetto, Wichooda ha poi condiviso il video in cui mostra la sua bizzarra tecnica sul web con la didascalia: “A volte ho paura del mio seno”. A giudicare dal risultato che la luce del cellulare genera quando colpisce la sua scollatura, sembra proprio che basta poco per riconoscere un seno artificiale. Gli utenti del web sono rimasti senza parole di fronte la scoperta della modella, tanto che in meno di una settimana hanno reso virale il suo filmato, facendogli superare le cinque milioni di visualizzazioni. Il motivo di un fenomeno simile pare però essere molto semplice: le protesi al silicone assorbono la luce blu prodotta dagli smartphone e finiscono per illuminarsi al buio.

Chissà quante donne cominceranno ad avere paura poiché potrebbero essere “smascherate” con questo strano metodo. A meno che non si voglia lasciare stupefatto un possibile partner con un seno fluorescente al buio, sarebbe meglio confessare prima di aver ricorso all’intervento del chirurgo. In fin dei conti, cosa c'è di male nell'aver voluto migliorare il proprio aspetto fisico?