Dopo aver bevuto una buona tazza di tè di solito buttiamo via la bustina, perché pensiamo che abbia già assolto il suo compito. In realtà queste bustine possono essere riutilizzate in tanti modi diversi: mantengono infatti alcune importanti proprietà anche dopo essere state usate. E allora, come riciclare le bustine del tè? Possiamo riutilizzarle per la nostra bellezza, per la cura della casa e sono un ottimo alleato contro i cattivi odori. Ma scopriamo di più!

Come riciclare le bustine di tè: dai rimedi di bellezza alla pulizie di casa

Le bustine di tè possono quindi essere riutilizzate in tanti modi diversi. Scopriamo quali sono quelli più interessanti ed efficaci.

Rimedi di salute e bellezza

Per beneficiare delle proprietà del tè potete creare dei veri e propri rimedi di bellezza del tutto naturali semplicemente posizionando sulla pelle le bustine del tè.

Se soffrite di acne per esempio, la tipologia di tè ideale per la vostra pelle è la menta piperita, che vi aiuterà a ridurre i rossori eliminando anche l'effetto lucido, tipico di chi ha la pelle grassa.

Ottime contro occhiaie e punture d'insetto: il tè nero o il tè verde, hanno proprietà antinfiammatorie in grado di alleviare, palpebre gonfie, le occhiaie e le borse sotto agli occhi. Applicate sulle punture di insetti alleviano gonfiore e prurito. La loro efficacia è maggiore se sono fredde: una volta utilizzate mettete le bustine di tè nel freezer e applicatele poi sulla zona infiammata per alcuni minuti.

Effetto astringente e antiage: le bustine riciclate di tè possono essere picchiettate fredde sul viso per un effetto astringente e antiage immediato: possono essere utilizzate al posto del normale tonico. Con i filtri secchi possiamo creare una maschera viso rilassante: mettete i vecchi filtri nell'acqua calda che verrà utilizzata come base per una emulsione da applicare sul viso.

Il tè nero può essere un vero e proprio toccasana per i vostri piedi: se arrivate a casa la sera con dolore alla gambe e caviglie gonfie, riempite un contenitore capiente con dell'acqua bollente e immergeteci all'interno delle bustine di tè nero. Lasciate raffreddare e poi mettete i piedi nell'acqua e tè per almeno 20 minuti: il tè aiuterà anche a rimuovere i cattivi odori.

Contro le scottature: se invece vi siete scottata, potete posizionare sulla zona dolente una bustina di tè nero lasciata in freezer per qualche minuto dopo l'infusione: calmerà rossore e bruciore.

Per le pulizie domestiche

Le bustine del tè possono anche essere riciclate e utilizzate per le pulizie di casa.

Ottime per eliminare impronte: basterà sfregare una bustina di tè tradizionale su maniglie, pomelli e ante per rimuovere le impronte e le eventuali tracce di sporco.

Contro i cattivi odori che si formano in casa e in cucina: se avete cucinato del pesce invece, strofinare le bustine da tè sulle vostre dita vi aiuterà a rimuovere i cattivi odori, come aglio, cipolla o pesce mentre, posizionare alcune bustine di tè nel frigo aiuterà a prevenire la comparsa di cattivi odori. La bustina di tè aromatizzata alla vaniglia invece può essere utilizzata per profumare gli armadi e i cassetti: inseritela all'interno di una piccola busta in raso ed posizionatela all'interno del vostro armadio. Inoltre il tè elimina anche i cattivi odori dai piatti: immergete le bustine di tè in acqua calda e immergeteci i piatti sporchi e unti. Scioglierà il grasso ed eliminerà gli odori sgradevoli lasciati dal cibo. Le bustine di tè passate tra le mani aiuteranno ad eliminare l'odore di aglio, cipolla o di pesce in poco tempo.

Per lucidare argenteria e legno: le bustine di tè possono essere riutilizzate anche per lucidare l'argenteria o i mobili e i pavimenti in legno: versate il contenuto della bustina sulla superficie da lucidare e strofinate con una panno asciutto. Per il legno scuro sono ottime le bustine di tè nero.

Per pulire vetri e tappeti: Per pulire vetri e specchi e liberarli dagli aloni lasciate in ammollo alcune bustine di tè in acqua tiepida. Dopo versate il tutto in un contenitore con nebulizzatore e spruzzate sui vetri asciugando subito con un panno asciutto. Per la pulizia dei tappeti, invece, vi occorreranno delle vecchie bustine di tè secche: apritele e versatene il contenuto sul tappeto, lasciatelo seccare completamente e poi passate l'aspirapolvere.

Per il giardino

Anche chi ha un giardino potrà riciclare in diversi modi le bustine di tè.

Per arricchire il compost e fertilizzare la terra: per utilizzare le vecchie buste di tè come fertilizzante, versatene il contenuto sul terreno dove coltivate fiori, piante oppure ortaggi e spargetelo bene. Se aggiungete poi le bustine del tè agli altri scarti, come i fondi di caffè, potete arricchire ulteriormente il vostro compost: non dimenticate però di eliminare la graffetta di metallo con sui vengono chiuse le bustine.

Per prevenire i funghi sulle piante: potete riciclare le bustine di tè anche per prevenire la formazione di fughi sulle vostre piante: immergete alcune bustine in acqua tiepida, fate le scaricare bene e poi versate l'acqua sulle piante oppure utilizzate questo rimedio per innaffiarle di tanto in tanto.

Per allontanare gli insetti e non solo: per proteggere piante e giardino da insetti o piccoli roditori, possiamo utilizzare le bustine di tè da spargere in giardino, meglio ancora se sopra ci versiamo qualche goccia di olio essenziale alla mente. Se utilizzate vicino alle porte o sui davanzali terranno lontane anche formiche e ragni.