giardino mediterraneo con cespugli

Questa è la stagione dei fiori, perfetta per coltivare, piantare e curare ogni genere di pianta. La passione per il giardinaggio può esprimersi in molti modi diversi, dalle piantine sul balcone, ad un piccolo orticello sul terrazzo, ogni creatura verde può soddisfare il nostro desiderio di prenderci cura della natura. Se abbiamo un cortile, tuttavia, lo spazio per creare qualcosa di bello e grande lo abbiamo, quindi tentiamo di realizzare un giardino mediterraneo, con piante e fiori della nostra terra.

Il giardino mediterraneo è caratterizzato da piccoli corsi d'acqua, magari una fontana, con vegetazione profumata e fiori che sopportino la luce e il calore tipici di queste costruzioni naturali. In origine, i giardini mediterranei prendono ispirazione da quelli islamici, soprattutto per la struttura del cortile-giardino attorno al quale, poi, si sviluppa la casa o lo spazio antistante ad essa.

giardino mediterraneo con rampicanti

Se vogliamo costruirne uno, dimentichiamo gli schemi squadrati dalle linee nette e lasciamo che la vegetazione si prenda tutto lo spazio che vuole, nei modi che la natura le suggerisce: la forma del giardino mediterraneo non è ricercata e la disposizione delle piante è molto libera, ma dobbiamo calcolare che non devono essere da intralcio alle normali attività che si sviluppano nel giardino e nella casa. Del resto, sarebbe stupido avere un giardino, progettarlo di una bellezza estetica impressionante ma che non ha nessuna praticità: non dobbiamo arrivare al punto di avere piante e fiori da manuale, ma poi non possiamo stendere i panni o fare un barbeque con gli amici, oppure avere una zona relax dove prendere il sole.

Questo genere di giardino nasce principalmente per creare una zona d'ombra e refrigerio nei mesi estivi. Tecnicamente, si riconoscono due stili di giardino mediterraneo: quello arabo e quello rinascimentale. Il primo è molto pratico, ma allo stesso tempo intimo e informale, con corsi d’acqua che lo dividono in più parti. Il secondo, invece, è caratterizzato da grandi fontane, terrazze e scalinate che lo rendono appariscente e vistoso.

cespugli di lavanda

Sul suolo del giardino mediterraneo si consiglia di piantare alcune specie di piante restistenti al calore, come la Cynodon dactylon e la Stenotaphrum secundatum, ma anche piante rampicanti come l’edera o piante aromatiche come la lavanda, la menta, il rosmarino, la salvia e l'alloro.

Visto che si cerca di creare una zona d'ombra ci vorrà un albero dalla chioma larga e per questo si scelgono di solito alberi di gelso, carrubo o tiglio, ma anche l'ulivo, la palma, il melograno e i diversi agrumi, l'albero di fico e l'oleandro e altri alberi ancora tipici della macchia mediterranea. Non ci stanno male nemmeno delle piante grasse e delle piante acquatiche che andranno ad arricchire fontane e piccoli corsi d'acqua.

fontana nel giardino mediterraneo

L'essenzialità e la linearità spartana del giardino mediterraneo ha bisogno di addolcirsi con delle piante da fiore con la funzione prettamente ornamentale: piantiamo, dunque, cespugli di rose, ma anche gerani, begonie, e le rampicanti buganvillee e gelsomini. Possiamo anche regalare un tocco esotico all'ambiente con il Fico d’India il cui frutto è commestibile e dolcissimo e che cresce in abbondanza soprattutto sulle coste della Calabria.  Quello che più conta nella progettazione di questo giardino – ma vale anche per altre costruzioni vegetali – è che tutti questi elementi suggeriti vengano assemblati in perfetta armonia, tra loro e con l'ambiente circostante. Solo così il giardino mediterraneo sarà bello da vedere e funzionale da vivere.