La scopa è uno strumento di pulizia che utilizziamo ogni giorno:è indispensabile per rimuovere sporco, polvere e briciole, così come gli stracci: fondamentali per lo svolgimento delle faccende domestiche. È necessario quindi mantenere scope e stracci puliti per favorirne l'efficacia. Bastano pochi e semplici accorgimenti per prendersi cura della pulizia di questi preziosi strumenti domestici: ecco i metodi e gli accorgimenti per mantenerli perfettamente igienizzati le setole delle scope e gli stracci, facendoli durare più a lungo.

I rimedi per lavare e igienizzare scope e stracci

Dopo aver utilizzato la scopa ci ritroviamo spesso con le setole incrostate, oppure piene di capelli e sporco. Subito dopo l'uso è indispensabile sbattere la scopa con forza, meglio se contro la ringhiera del balcone o del terrazzo: ovviamente fate attenzione, per non avere problemi con l'inquilino del piano inferiore. Praticate questa operazione con attenzione: se abitate al piano terra o in una villetta sarà sicuramente più semplice. In alternativa potete indossare dei guanti, svitare il manico e prendere solo la parte delle setole: eliminate ora i residui di polvere, le briciole, i capelli attraverso dei colpi vigorosi, facendo cadere lo sporco su un foglio di giornale. Passate poi un pettine a denti larghi tra le setole. Ora potete passare al lavaggio delle setole con un mix di sapone e acqua calda oppure con un mix realizzato con 1 litro di acqua e 1 cucchiaio di ammoniaca. Le scope di crine e quelle di nylon possono essere lavate con acqua e bicarbonato. Infine mettetela ad asciugare all'aria aperta con le setole rivolte verso l'alto, così da non deformarle. Per quel che riguarda le scope di saggina, quelle appena comprate devono essere immerse in una soluzione di sapone e acqua calda per una notte intera. Per la manutenzione giornaliera vi basterà strofinare forte le setole sul suolo duro del vostro cortile e completare la pulizia con un getto d'acqua, utilizzando la pompa con la quale si bagna solitamente il giardino. Lasciatela poi asciugare capovolta appoggiata al muro.

Riguardo agli stracci, potete lavarli in una soluzione di acqua e ammoniaca: lasciateli in ammollo se particolarmente sporchi, e poi sciacqauteli con cura. Fateli asciugare all'aria aperta e risistemateli solo quando saranno completamente asciutti: eviterete così la formazione di cattivi odori. Gli stracci della polvere, invece, vanno sbattuti fuori dal balcone o dalla finestra, così da eliminare la polvere in eccesso. Potete poi lavarli, dopo un paio di utilizzi, con acqua calda e sapone per il bucato.

Lavaggio in lavatrice per setole della scopa e stracci

Chi preferisce potrà lavare le setole della scopa e gli stracci in lavatrice: mettete nel cestello un po' di detersivo per il bucato, bicarbonato e, se necessario, anche un po' di candeggina delicata, fate partire poi un ciclo a 40°-50° senza la centrifuga. In alternativa, potete utilizzare un altro metodo: inumidite le setole della scopa con il sapone del bucato, così come gli stracci aggiungendo, se potete, anche qualche spugna insaponata, come quelle che si utilizzano in cucina. Mettete tutto in lavatrice e aggiungete un po' di soda e di candeggina delicata: lavate sempre a 40°-50° senza centrifuga. Fate asciugare poi le setole all'aria rivolte verso l'alto. Ovviamente dovrete eseguire il lavaggio separatemente rispetto agli altri capi e, una volta terminato il lavaggio, controllate il filtro e, nel caso pulitelo: impedirete così che eventuali residui sporchino o danneggino i capi messe a lavare negli utilizzi successivi.