L'ottone è una lega di zinco e rame, un materiale utilizzato fin dai tempi antichi per realizzare oggetti di uso comune, grazie alla sua robustezza e resistenza alla corrosione. Ancora oggi viene utilizzato per la realizzazione di complementi d'arredo, maniglie, serramenti, lampadari, paralumi e bigiotteria. Si tratta però di un materiale molto delicato e soggetto a ossidazione, per questo deve essere pulito e lucidato con cura per restituirgli la sua naturale brillantezza. Ma come pulire l'ottone senza rovinarlo? È possibile utilizzare alcuni rimedi naturali per eliminare quella patina scura che ne altera la bellezza.

Cosa sapere prima di cominciare

Prima di conoscere quali sono i rimedi per pulire e lucidare l'ottone, è importante sapere che non vanno mai utilizzate spazzole con setole dure, pagliette di metallo, carta vetrata o strumenti che possono graffiare l'ottone e rovinarlo in modo irrimediabile. Utilizzate sempre spugne e panni morbidi: in alcuni casi, soprattutto quando ci sono degli intarsi, è concesso l'utilizzo dello spazzolino, ma dovrà essere sempre a setole morbide. Prima di cominciare, poi, indossate un paio di guanti, per non macchiarvi le mani.

Cosa utilizzare contro l'ossidazione

Tra i rimedi contro l'ottone ossidato e annerito c'è il sapone di Marsiglia, un prodotto delicato che non rovinerà il vostro oggetto in ottone. Riempite una bacinella con acqua calda, aggiungete il sapone di Marsiglia in scaglie e immergete all'interno l'oggetto da pulire per 10 minutie, sciacquatelo e asciugatelo con un panno morbido e antistatico. Potete poi procedere alla pulizia con la spugnetta: bagnatela nella bacinella e completate la pulizia.

Altro rimedio contro l'ossidazione è una miscela di aceto e succo di limone. Mettete in una bacinella 1/2 bicchiere di aceto bianco e il succo di 2 limoni e immergetci dentro l'oggetto, se è di piccole dimensioni. In caso di oggetti più grandi, o che non potete immergere, come la bse di un paralume, allora bagnate una spugnetta morbida nella soluzione, strofinate delicatamente, risciacquate e asciugate con un panno morbido.Questo composto è l'ideale per pulire anche le maniglie in ottone. In caso di macchie ostinate, aggiungete anche 3 cucchiai di sale fino e poche gocce di sapone neutro. Applicate la soluzione cremosa sull'oggetto in ottone e strofinate con un panno morbido.

Per l'ottone cromato, come quello presente spesso nelle cucine, l'ideale è utilizzare il sale: smontate tutti i pezzi presenti in cucina come pomelli, maniglie, ecc…, lavateli prima con acqua calda e sapone sgrassante e sciacquateli. Cospargeteli poi con sale e succo di limone e lasciatte agire per un'ora. Pulite con una spugnetta morbida, sciacquate bene e asciugate con un panno morbido.

Pulizia specifica per l'ottone antico

Se in casa avete oggetti antichi in ottone, tra le soluzioni migliori c'è il bicarbonato miscelato all'acqua calda. Create una miscela cremosa e applicatela sull'ottone, lasciate agire per una decina di minuti e risciacquate con acqua calda e limone. Infine asciugate con un panno morbido antistatico. In caso di intarsi, potete strofinare la miscela con uno spazzolino da denti dalle setole morbide, o anche strofinare direttamente l'oggetto con una fetta di limone passata nel bicarbonato. Vi basterà poi risciacquare bene e asciugare. Altro rimedio per l'ottone antico è uns miscela di ammoniaca e aceto bianco: immergeteci dentro l'oggetto, risciacquate e asciugate con un panno antistatico. Utilizzate sempre lo spazzolino in caso di intarsi, strofinando delicatamente.

Pulire l'ottone con Coca Cola o Ketchup

Anche se potrà sembrarvi strano, è possibile pulire l'ottone anche con due rimedi presi direttamente dalla dispensa o dal frigo: il ketchup e la Coca Cola. Il ketchup è un alimento acido a base di pomodoro, per utilizzarlo mettetene un po' su un panno di cotone e strofinate il vostro oggetto in ottone con movimenti circolari. Sciacquate con acqua fredda e strofinate con un panno umido. La Coca Cola, invece, è un prodotto dalle proprietà corrosive: imbevete un panno con la famosa bibita gassata e strofinate l'oggetto delicatamente. Riuscirà a pulirlo e a liberarlo da eventuali incrostazioni.

Cosa fare in caso di ottone trattato

L'ottone da esterno viene spesso trattato con sostanze chimiche per proteggerlo dalle intemperie e prevenire ossidazione e depositi di polvere. Parliamo quindi di targhe, maniglie di portoni, decorazioni e cancelli: in questi casi, utilizzate per la pulizia solo acqua tiepida con poco sapone di Marsiglia o con un detergente delicato.

I rimedi naturali per lucidarlo

Dopo aver pulito l'ottone, potete utilizzare degli ottimi rimedi per lucidarlo a specchio, così da ottenere un risultato brillante. Invece di acquistare prodotti in commercio, meglio utilizzare prodotti naturali. L'olio di semi di lino è l'ideale per donare brillantezza al vostro ottone, e aiuta anche ad eliminare le macchie nere. Questo olio formerà anche una patina protettiva, che manterrà pulito il vostro oggetto in ottone per lungo tempo. Potete lucidare l'ottone anche con una miscela realizzata con succo di limone, aceto, sale fino e bicarbonato. Ricoprite l'oggetto con questa miscela, lasciatela agire per una decina di minuti e risciacquate con acqua tiepida e un goccio di sapone neutro. Infine asciugate con un panno morbido.