Il bagno, si sa, è una delle stanze della casa che si utilizzano e puliscono più spesso per evitare l'eccessiva formazione di germi e batteri che non fanno altro che esporre a possibili problemi di salute, peccato solo che a volte alcuni piccoli dettagli possano sfuggire. Qualche esempio? La tenda e il tappetino della doccia possono andare facilmente incontro alla formazione di muffa e sporcizia, soprattutto se non lavati nel modo corretto e con una certa frequenza. Ecco quali sono i consigli per evitare che si rovinino e per far sì che siano sempre igienizzati.

I rimedi per pulire la tenda della doccia

La tenda della doccia si sporca con una certa facilità ed è necessario pulirla in modo accurato per evitare che le muffe, i vapori e i saponi possano intaccare la sua integrità e la sua brillantezza originale. E' possibile lavarla in lavatrice, stando bene attenti a non superare i 30 gradi e a utilizzare lo stesso programma scelto per i capi delicati. E' necessario inoltre aggiungere mezzo misurino di sapone, qualche asciugamano per proteggere le piegature troppo rigide, un paio di cucchiaini di bicarbonato di sodio, utile ad eliminare i residui di calcare e a igienizzare la tenda dalle macchie di muffa. 
Chi invece vuole puntare sul lavaggio a mano deve riempire una bacinella di acqua tiepida e sale grosso, lasciando in ammollo la tenda per almeno un paio d'ore. Nel caso in cui le macchie di muffa e calcare siano particolarmente resistenti, è necessario passare del bicarbonato sulla zona e strofinare con una spugnetta non abrasiva oppure passarci su una fettina di limone. Per asciugarla basterà appenderla all'aperto in un posto ventilato, evitando l'esposizione diretta ai raggi del sole.

Tappetino della doccia: come lavarlo?

Avere un tappetino di plastica nella doccia o nella vasca da bagno è essenziale per evitare di scivolare ma, essendo sempre a contatto con l'acqua, va incontro all'accumulo di sporcizia e muffe. E' necessario dunque lavarlo con una certa regolarità per tenerlo sempre pulito e iginizzato. Come prima cosa, ogni volta che ci si fa la doccia bisogna passarci su una spugna con il detersivo che si usa per pulire il bagno, lasciandolo poi ad asciugare in verticale o, meglio, accanto a una finestra. Periodicamente lo si dovrebbe lasciare al sole per qualche minuto e spruzzarci su un detersivo spray come uno sgrassatore, un detergente o un disinfettante, lasciandolo asciugare senza risciacquare. Per eliminare la muffa in modo impeccabile, invece, si può creare un composto con bicarbonato, aceto bianco e tea tree oil. Strofinando con uno spazzolino sulle zone più incrostate, si eliminerà ogni macchia in pochi minuti.