La moka è uno degli oggetti utilizzati quotidianamente in casa, soprattutto dagli italiani, per i quali il caffè è una bevanda irrinunciabile. Lo si consuma al mattino appena svegli ma anche nel corso della giornata per tirarsi su e per concedersi una piccola pausa durante le stressanti giornate lavorative. Per far sì che la caffettiera funzioni sempre in modo impeccabile, offrendo un ottimo caffè, è necessario prendersene cura ed essere consapevoli del fatto che ha bisogno di regolare pulizia e manutenzione. Per lavarla esistono diversi rimedi ma tra i più efficaci ci sono in assoluto quelli naturali, con cui si potrà far tornare come nuovi sia l'interno che l'esterno della moka.

Come pulire la moka

Pulire la moka con regolarità è fondamentale per poter preparare un caffè gustoso ma non tutti lo fanno nel modo giusto. Tra gli errori più comuni, ad esempio, c'è lavarla con acqua e sapone, cosa che lascia un retrogusto di detersivo davvero orrendo. Ecco, dunque, quali sono i rimedi naturali da provare per godersi il vero gusto del caffè.

Serbatoio

Per pulire il serbatoio in modo perfetto, è necessario riempirlo con acqua, aceto e un pizzico di sale. Dopo averlo messo sul fuoco fino a quando non esce la miscela, l'interno della moka sarà perfettamente disinfettato, anche se è consigliabile preparare un caffè a vuoto per rimuovere i sapori indesiderati. Nel caso in cui la macchinetta sia in alluminio, è preferibile sostituire l'aceto con l'acido citrico.

Guarnizione in gomma

Come fare per lavare la guarnizione in gomma? Bisogna usare un panno imbevuto di aceto puro e passarlo sulle parti sporche, così da rimuovere i residui bruciati di caffè. Quando è molto rovinata o, peggio, bruciata, si dovrà procedere con la sua sostituzione.

Asciugatura

Anche l'asciugatura è fondamentale per far funzionare al meglio la propria moka. Dopo averla lavata, è necessario smontarla e aspettare che non ci siano più residui d'acqua prima di riporre tutto nella credenza, il motivo? La cosa potrebbe favorire la comparsa di muffa.

Come pulire il filtro

Il filtro è la parte della macchinetta del caffè che si riempie più spesso di residui e di sporco, dunque è necessario pulirla con estrema attenzione. Il segreto per ottenere risultati ottimali è immergerlo in un contenitore riempito con acqua bollente e acido citrico, lasciandolo in ammollo per 30 minuti. Dopo aver risciacquato il tutto sotto l'acqua bollente, sarà perfettamente pulito e disinfettato. Nel caso in cui i forellini del filtro continuino a essere otturati, si può usare uno spillo o uno stuzzicadenti per liberarli. Quando invece si nota che il caffè non esce con facilità, il problema potrebbe essere il calcare che infesta il filtro. Anche in questo caso rimuoverlo è semplicissimo, basta riempire il serbatoio della moka con acqua, aceto bianco e un pizzico di sale, aspettando che la miscela sgorghi completamente. Il mix sarà letale contro il calcare, lo scioglierà in pochi minuti, ma, al termine dell'operazione, sarebbe bene preparare un caffè a vuoto con un solo cucchiaino di polvere, così da rimuovere il sapore dell'aceto.

Come pulire l'esterno della moka

Per quanto riguarda la parte esterna in alluminio, in molti credono che basta sciacquarla con l'acqua corrente per lavarla, in verità anche questa va pulita e disinfettata a fondo, meglio se con dei prodotti naturali, evitando le sostanze acide che potrebbero rovinare la moka. L'ideale è servirsi di una spugna morbida che non graffia imbevuta con una soluzione a base di aceto bianca e acqua calda. Bisogna fare molta attenzione all'estremità inferiore, ovvero quella a contatto con la fiamma che si annerisce con facilità. In questa zona è possibile servirsi anche dell'aceto puro, così da farla tornare a splendere in un batter d'occhio. Nel caso in cui le macchie scure non vadano via del tutto, ci si può servire anche del bicarbonato per una maggiore abrasione.