Il pavimento in cotto contribuisce a donare calore e pregio alla nostra casa, grazie al suo aspetto rustico e ai toni caldi che lo contraddistinguono. Oltre che per interno, il cotto viene utilizzato anche per rivestire balconi, verande o giardini, soprattutto in ville di campagna o in dimore antiche e di valore. Il cotto è però un pavimento poroso che va trattato nel modo adeguato per restare lucido e brillante e soprattutto libero da macchie: esistono infatti alcuni liquidi che vengono facilmente assorbiti all'interno, danneggiandolo in profondità. Ecco allora tutti i rimedi più efficaci per pulire il pavimento in cotto, sia trattato che non trattato, con i metodi per lavarlo, eliminare le macchie e ravvivarlo, utilizzando prodotti naturali, per mantenerlo come nuovo.

I rimedi più efficaci per lavare il pavimento in cotto

Prima di scoprire quali sono i rimedi per la pulizia ordinaria del pavimento in cotto è importante sapere che, nei 90 giorni che seguono la posa del pavimento, non bisogna pulirlo: evitate di lavarlo anche solo con acqua, aspettate quindi che si asciughi completamente, per non danneggiarlo. Per la pulizia quotidiana togliate innanzitutto la polvere con un panno antistatico o con una scopa. Realizzate poi una miscela con 2 litri di acqua, 1/2 bicchiere di aceto e alcune scaglie di sapone vegetale neutro. Pulite con uno strofinaccio resistente e asciugate bene alla fine, utilizzando un panno in microfibra: il cotto è infatti poroso e tende ad assorbire l'acqua.

In caso di pavimento in cotto molto sporco potete preparare una soluzione davvero "miracolosa": riempite un secchio con 5 litri di acqua calda, aggiungete 10 cucchiai di aceto bianco, 10 cucchiai di alcool etilico e 2 cucchiai di sapone per piatti. Spazzate per bene il pavimento e lavatelo utilizzando uno straccio o un mocio. Gettate via l'acqua sporca e procedete con l'ultima passata utilizzanso solo acqua tiepida. Asciugate infine con un panno morbido e asciutto: il vostro pavimento sarà lucido e pulito. Potete utilizzare questa miscela anche per la pulizia del pavimento in cotto esterno, sia di quello trattato che non trattato: curatelo di tanto in tanto anche un trattamento a base di cera che eviterà anche la comparsa di macchie di muffa, causate dall'umdità esterna.

Ravvivare il pavimento in cotto opaco per renderlo lucido e brillante

Dopo la posa il cotto viene solitamente trattato con vernici idrorepellenti e cere adatte a supefici porose, ciò gli dona brillantezza e lo rende più resistente alle macchie. Con il tempo però il pavimento in cotto può risultare opaco perché lo strato di cera tende ad assottigliarsi. Una volta pulito il pavimento in cotto è consigliabile quindi lucidarlo, così da ravvivarlo e renderlo brillante. Passateci sopra dell'olio d'oliva e strofinate bene con una panno morbido. Almeno due volte al mese, passateci poi una soluzione realizzata con acqua e cera d'api, che creerà sul vostro pavimento in cotto un filtro protettivo che lo proteggerà per un po' di tempo. Prims di questo passaggio eliminate sempre i residui vecchi di cera con un solvente specifico. Un paio di volte all'anno lucidatelo, aggiungendo alla miscela realizzata per la pulizia, tre cucchiai di cera liquida: in questo modo sarà ben diluita e si stenderà facilmente, senza macchiare il cotto.

Eliminare le macchie dal pavimento in cotto senza rovinarlo

Per evitare la formazione di macchie ostinate sul pavimento in cotto è consigliabile pulirlo spesso, almeno una volta al giorno così che le macchie non possano sedimentarsi. Nel caso in cui però il "danno" è ormai fatto, esistono diversi rimedi efficaci. In caso di macchie causate da prodotti acidi come salsa di pomodoro, caffè, coca cola e bevande gassate, preparate una soluzione con acqua calda e bicarbonato: passate lo straccio ben imbevuto e strofinate. In caso di macchie tenaci versate direttamente il bicarbonato  in polvere sulla zona da trattare, fate agire per due minuti e lavate con uno straccio imbevuto con sapone di Marsiglia o altro sapone neutro naturale. In caso di macchie di olio o grasso bisogna pulire velocemente, in modo da non farli assorbire dal cotto, soprattutto se il vostro è un pavimento in cotto non trattato: tamponate subito con carta assorbente e poi lavate con la soluzione di aceto, acqua e sapone vegetale. Se dopo la puliza il pavimento in cotto dovesse risultare opaco, passateci sopra qualche goccia di olio d'oliva o di semi con movimenti circolari, per farlo ritornare lucido.

Il cotto esterno può invece risultare macchiato di calcare, a causa dell'acqua piovana e degli agenti esterni: in questo caso utilizzate una miscela di olio e bicarbonato. Stendetelo sulle macchie con una spugna e lavate dopo circa mezz'ora con acqua, aceto e qualche goccia di detersivo per piatti. Se la macchia è profonda utilizzate olio di lino crudo, lasciate agire per un giorno intero e poi procedete con il lavaggio. Se invece notate sul vostro pavimento in cotto una macchia biancastra, si tratta del salnitro, causato dall'umidità: si può creare quando ci sono delle perdite nelle tubature sottostanti: in questo caso bisognerà spazzolare il vostro cotto esterno con una spazzola metallica o comunque resistente, e procedere poi alla normale pulizia.