Le maniglie delle porte sono tra le superfici che tocchiamo più spesso nel corso della giornata, da quando ci svegliamo a quando rientriamo dal lavoro con le mani sporche, e inevitabilmente le infestiamo di germi e batteri, dimenticando che potremmo mettere a rischio la nostra salute, favorendo l'insorgere di infezioni e allergie. In tempi di Coronavirus, dove quest'ultimo riuscirebbe a sopravvivere fino a tre giorni sulle superfici, la cosa potrebbe rivelarsi estremamente pericolosa. È essenziale, dunque, pulirle e disinfettarle con cura durante le comuni faccende domestiche, scegliendo dei prodotti ad hoc a seconda del materiale in cui sono realizzate. Si può puntare sia su detergenti naturali che su quelli chimici comunemente in commercio, l'importante è seguire una serie di consigli, così da avere una casa perfettamente igienizzata.

Come disinfettare le maniglie delle porte

Chi non ha alcuna intenzione di rinunciare all'igiene in casa, soprattutto in questo momento difficile, farebbe bene a non dimenticare di pulire le maniglie delle porte, che sono tra le superfici maggiormente infestate dai batteri. Che si usino prodotti naturali o chimici, non importa, la cosa che conta è evitare di servirsi di spazzole metalliche, carta vetrata, pagliette, acido fluoridrico o acido muriatico, che potrebbero danneggiare il materiale.

Maniglie in acciaio

I prodotti in commercio per la pulizia dell'acciaio solitamente sono molto aggressivi e abrasivi, dunque per evitarne il deterioramento sarebbe bene preferire dei rimedi naturali. Si può optare, ad esempio, per una soluzione composta da acqua, detersivo per piatti e aceto, capace di lucidare e disinfettare a fondo, oppure per un mix di soda e acqua, che ha invece un elevato potere sgrassante. Se l'obiettivo è semplicemente lucidare la maniglia, ci si può spruzzare sopra un detergente green a base di aceto e limone oppure di bicarbonato e acqua.

Maniglie in ottone

Per quanto riguarda le maniglie in ottone, l'ideale è puntare sul "fai da te" con un prodotto green preparato con degli ingredienti che tutti hanno in casa. Si tratta di una soluzione composta da tre parti d'acqua calda e aceto, che deve essere lasciata ad agire sulla superficie una decina di minuti prima di essere risciacquata con cura. Nel caso in cui le maniglie fossero ossidate, si possono ricoprire per 10 minuto con dello yogurt (anche scaduto va benissimo) e usciranno come nuove. Quando invece sono presenti macchie ostinate o verderame, è necessario sfregare tutto con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol, successivamente basta passare un panno bagnato con del vino rosso per rimuovere ogni residuo di sporco. Naturalmente esistono anche dei prodotti chimici facilmente reperibili nei supermercati ma il più delle volte contengono acido muriatico, una sostanza che rischia di rovinare l'ottone, soprattutto quello antico.

Maniglie in plastica

Le maniglie delle porte in plastica sono quelle più semplici da pulire, visto che difficilmente i prodotti aggressivi rischiano di rovinarle. Si possono dunque usare tranquillamente dei detergenti disinfettanti con candeggina ma, nel caso in cui non si abbiano in casa, ci si può servire anche di un semplice detersivo per piatti, l'importante è risciacquare tutto subito. Chi vuole anche lucidarle, inoltre, può puntare su uno spray per lavare i vetri.

Maniglie in pvc

Spesso le maniglie delle porte sono in pvc, in questo caso la loro pulizia richiede davvero pochissimi sforzi. Per igienizzarle ed eliminare i batteri che si annidano sulla superficie basta infatti passarci sopra un panno umido imbevuto di sapone neutro e risciacquare con uno straccio pulito e bagnato solo con acqua per eliminare ogni traccia del detergente.

Come disinfettare le maniglie delle ante

Le ante di armadi, credenze e mobili devono essere pulite con regolarità proprio come le maniglie delle porte, visto che, essendo toccate con frequenza, vengono facilmente infestate da germi e batteri. La stanza da igienizzare con maggiore cura è la cucina, che subisce l'attacco di vapori, sostanze grasse e untuose. Come fare? Se non si vogliono usare dei detergenti chimici, esistono due diversi rimedi naturali.

Limone

Un rimedio efficace per pulire le ante di armadi e mobili della cucina è creare una soluzione a base di bucce di limone. Dopo averle tagliate il più sottile possibile, è necessario metterle in una bacinella di acqua calda, lasciandole in posa fino a quando l'acqua non diventa tiepida. A quel punto si può immergere una spugna nel composto e strofinarla sulle maniglie.

Aceto bianco

Più rapido è invece il rimedio che si serve dell'aceto bianco, per la precisione bisogna mischiare 2/3 di prodotto con 1/3 di acqua e mettere il mix in un contenitore con lo spruzzino. Basta spruzzare il tutto sulla superficie da disinfettare e dopo passarci su una spugna per rimuovere i residui di sporco per raggiungere risultati impeccabili.