Non è semplice far tornare gli strofinacci candidi e igienizzati, soprattutto dopo aver fatto le pulizie domestiche. Recuperarli però non è impossibile, possiamo utilizzare dei semplici rimedi naturali e fai da te per eliminare tutti i residui di sporco e rendere di nuovo candidi gli strofinacci per il prossimo utilizzo. Oltre la candeggina, per far ritornare candidi i panni bianchi, ci sono altri rimedi efficaci per panni in microfibra e non solo.

Come pulire e disinfettare gli strofinacci di casa con rimedi fai da te

Vediamo ora come pulire gli strofinacci di casa per eliminare macchie e sporco. È bene ricordare che i panni in microfibra devono essere lavati e sterilizzati dopo ogni pulizia facendoli asciugare bene, altrimenti potrebbe formarsi la muffa che verrebbe a contatto con stoviglie e superfici. Inoltre, dopo aver lavato gli strofinacci, soprattutto quelli in cotone, lasciateli asciugare all'aria ma non esponeteli al sole, per evitare che ingialliscano. Ma vediamo quali sono i rimedi utili per una pulizia efficace.

Prelavaggio per gli strofinacci molto sporchi e con peli

Fate un primo risciacquo con acqua calda, meglio se a pioggia così da distaccare meglio i residui: attente però a valutare il tessuto verificando che sia resistente alle alte temperature.

Sapone di Marsiglia per eliminare le macchie

Dopo il prelavaggio potete utilizzare il sapone di Marsiglia, ottimo per il lavaggio a mano, per pulire e ad eliminare le macchie dai vostri strofinacci: inumidite il panno e passate sulla sua superficie la saponetta formando una morbida schiuma, lasciate agire per un quarto d'ora e poi lasciate in ammollo in acqua calda per circa un'ora prima del lavaggio e strofinate energicamente per eliminare le macchie. Potete utilizzare in alternativa del sapone in polvere per il bucato.

Aceto e bicarbonato per igienizzare

L'aceto e il bicarbonato sono gli ingredienti ideali per igienizzare gli stracci, da utilizzare o dopo il lavaggio con sapone di Marsiglia o nel caso di panni poco sporchi o ingrigiti. L'aceto è efficace soprattutto sui panni di cotone perché riesce a staccare tutti i residui presenti nelle fibre, lo potete versare direttamente sul tessuto, soprattutto se è resistente, oppure miscelato: una tazza per ogni litro d'acqua. Lasciate in ammollo per mezz'ora e poi sciacquate, oppure fate un lavaggio in lavatrice.

Il bicarbonato può esser utilizzato disciolto in acqua, per lavare i panni meno sporchi, lasciando agire per un paio d'ore prima del lavaggio. Oppure è possibile creare una cremina miscelandolo a poca acqua da applicare direttamente sullo strofinaccio aspettando  almeno trenta minuti prima del lavaggio a mano o in lavatrice ad alte temperature.

Olio di tea tree per disinfettare

Se avete necessità di disinfettare i vostri strofinacci  potete utilizzare l'olio di tea tree o tea tree oil: vi basterà versarne qualche goccia sul panno prima del lavaggio, oppure versarle direttamente nell'acqua. È un rimedio molto efficace anche per eliminare gli acari dagli stracci, inoltre lascerà sugli strofinacci un buon profumo.

Ammoniaca per sporco ostinato

Per eliminare lo sporco ostinato dobbiamo optare per metodi più forti. Mettete gli strofinacci in ammollo in acqua e ammoniaca per circa 40 minuti. Ciò servirà ad eliminare lo sporco dalle fibre. Per completare la pulizia fate un lavaggio in lavatrice con un sapone per bucato.

Candeggina per sbiancare

La soluzione ideale per gli strofinacci bianchi, soprattutto quelli in tessuto resistente, è la candeggina. Per il lavaggio a mano utilizzate un misurino di varecchina ogni 10 litri di acqua in modo da non rovinare i tessuti: lasciate agire per mezz'ora. Dopo potete anche metterli in lavatrice utilizzando però un programma solo per il risciacquo. In questo modo torneranno bianchi e super igienizzati.

Soda per il lavaggio in lavatrice

Se non avete tempo per il lavaggio a mano e avete la necessità di utilizzare la lavatrice, allora potete acquistare della soda per il bucato (nel caso potete sostituirla con del bicarbonato) così gli stracci saranno puliti e igienizzati. Aggiungete quindi un misurino di soda al normale detersivo ed effettuate un lavaggio ad alte temperature, tra i 50 e i 60 gradi per un risultato efficace. Ricordate, però, che se lo strofinaccio è troppo impregnato di sporco e non si riesce a pulire seguendo queste indicazioni, va sostituito. Nei casi più lievi, invece, basta l'acqua calda ad eliminare batteri e germi.