Gli armadi, si sa, sono il cruccio di molte di noi, troppo piccoli per poter contenere tutti i vestiti che abbiamo. Tra i più difficili da tenere in ordine ci sono sicuramente gli armadi per i bambini, nei quali la gestione degli spazi è fondamentale: tutto deve essere a portata di mano e ben visibile. Solitamente, però, non abbiamo a che fare con cabine di grandi dimensione. Ecco allora alcuni trucchi per poter organizzare nel modo migliore l'armadio dei nostri figli e riuscire a non avvilirci quando arriva il fatidico e temuto momento del cambio di stagione.

Come organizzare il ripiano superiore

Dopo aver svuotato interamente l'armadio e prima di procedere con le opportune suddivisione, è bene igienizzarlo a fondo e mettere via quei vestiti che al nostro bambino ormai non entrano più, per guadagnare almeno un po' di spazio utile. Dopo aver fatto ciò, un'ulteriore accorgimento può essere quello di suddividere i vestiti per tipologia e separare così quelli destinati alla scuola o allo sport da quelli più eleganti. In questo modo sarà più semplice rendersi conto di ciò che abbiamo a disposizione quando dobbiamo vestire i nostri bambini. Il ripiano superiore dell'armadio può essere utilizzato per contenere ciò che meno ci occorre quotidianamente, come lenzuola e coperte, asciugamani di riserva ma anche il cambio di stagione. Il segreto è utilizzare delle scatole in tessuto, in plastica o in vimini, che non solo ci aiutano a tenere in ordine l'armadio, ma sono utili anche per proteggere il contenuto da sporco e polvere.

Come organizzare la barra appendiabiti

La barra appendiabiti, come accade anche per gli armadi degli adulti, potrebbe essere destinata per cappotti e giacconi se siamo in inverno. Se la sezione centrale è piuttosto capiente, un modo per salvare spazio è anche quello di appendervi abiti, pantaloni, gonne e camicie. Il segreto è riporre tutto in base alla lunghezza e alla tipologia. Per quanto riguarda i pantaloni, è possibile riporli in lungo o piegati, mantenendo il cavallo nello stesso verso. In questo modo tutto ci sembrerà ben suddiviso e in ordine. Trattandosi di abbigliamento per bambini e non occupando tutta la sezione appenderia, possiamo sfruttare in lunghezza lo spazio che resta, riponendo, ad esempio, tutta la maglieria più voluminosa che abbiamo o inserendo degli organizer, dentro cui riporre tute e maglioni, ma anche sciarpe e cappelli.

Come organizzare i cassetti

I cassetti sono indispensabili per riporvi biancheria intima e pigiami. In questo caso dei divisori possono fare al caso nostro, in modo tale da mantenere in ordine mutandine e calzini. In un altro cassetto possiamo inserire le t-shirt piegate, semmai separando quelle a maniche corte da quelle a maniche lunghe. Se avanza dello spazio, possiamo scegliere di piegare anche leggings e abbigliamento dedicato allo sport.

Come organizzare i vestiti dei bambini

Una volta suddiviso per bene l'armadio per i bambini, il compito più arduo è quello di riuscire a tenerlo in ordine. Il segreto è utilizzare scatole, divisori ma anche organizzatori per gli scaffali, impilabili tra di loro e salva spazio. Per le t-shirt dei nostri figli possiamo utilizzare degli appositi organizer, che ci consentono di prendere la maglietta che ci occorre senza scompigliare e dover ripiegare poi le altre. Infine un piccolo accorgimento con cui tenere in ordine l'armadio dei bambini è quello di scegliere accessori al suo interno coordinati tra di loro, che siano scatole o set di grucce. Proprio nel caso degli appendini, possiamo scegliere colori differenti in base alla tipologia dei vestiti: le grucce rosa potranno indicare gli abiti da passeggio, quelle blu i vestiti per lo sport e così via. In questo modo, mantenendo lo stesso colore o eventualmente la stessa fantasia, tutto ci apparirà più sistemato e persino il cambio di stagione ci avvilirà di meno.