I pennelli per il trucco sono tra gli accessori che utilizziamo con maggiore frequenza nella nostra quotidianità ma non di rado dimentichiamo che, accumulando con facilità germi e batteri, devono essere lavati regolarmente. Anche se può risultare noioso, è fondamentale farlo per non andare incontro a fastidiosi problemi alla pelle come allergie, irritazioni, acne fungina, infiammazioni e macchie. A confermarlo, anche la microbiologa Amy-May Pointer, che ha spiegato con precisione i motivi per cui la pulizia dei pennelli dovrebbe diventare una parte essenziale della nostra beauty routine. Ecco quali sono tutti i consigli da seguire per prendersi cura della salute della pelle.

I consigli da seguire per pulire i pennelli per il trucco

I pennelli per il trucco, da quelli per la cipria a quelli per l'ombretto, tendono ad accumulare batteri e funghi potenzialmente dannosi per la salute della pelle, primo tra tutti l'Escherichia coli. È per evitare spiacevoli inconvenienti che andrebbero puliti almeno una volta alla settimana in maniera accurata, passandoci su uno spray disinfettante o quanto meno una salvietta imbevuta nei giorni che passano tra un lavaggio e l'altro. Per una pulizia profonda è necessario bagnare le setole con acqua tiepida e subito dopo strofinarle con sapone o shampoo fino a quando non si viene a creare la schiuma. Una volta rimosso tutto il make-up che vi si era accumulato al loro interno, si potrà risciacquare e lasciare ad asciugare all'aria aperta. È fondamentale, inoltre, anche conservare i pennelli nel modo giusto, evitando sia di riporli in cassetti o armadi nel bagno, sia in borse per il trucco che, essendo molto umide e buie, potrebbero favorire la comparsa di funghi.