Chi nell'armadio non ha un jeans nero? Si tratta di un capo versatile, evergreen e trendy che può essere declinato nelle versioni più svariate, da quelle casual a quelle più eleganti. È proprio perché viene indossato con particolare frequenza che ha bisogno di continui lavaggi, peccato solo che la cosa possa creare alcuni piccoli inconvenienti. Questo capo presenta infatti un unico "difetto": il tessuto denim è estremamente delicato, tende a sbiadirsi e a perdere colore dopo una serie di lavaggi. Per fortuna, però, è possibile mettere in atto una serie di piccoli trucchi per evitare di rovinarli: ecco quali sono i consigli da seguire per tenere i jeans neri sempre puliti, splendenti e col colore vivo.

1. Fissare il colore

La prima cosa da fare quando si acquista un jeans nero è lavarlo e non solo per una questione di igiene, è una buona abitudine che permette anche di fissare il suo colore. È necessario metterlo in ammollo in acqua fredda, aggiungendo alla bacinella un cucchiaio di sale e una tazza di aceto. Dopo averlo lasciato a bagno per una decina di minuti, lo si potrà sciacquare delicatamente, mettendolo ad asciugare lontano dai raggi solari diretti. In questo modo il nero sarà fissato e, grazie all'azione dell'aceto, il capo sarà anche perfettamente disinfettato.

2. Lavaggi solo quando necessario

Il denim è un tessuto molto resistente, soprattutto perché è capace di trattenere a lungo lo sporco. È proprio per questo che si possono evitare i lavaggi troppo frequenti e, a meno che non presenti delle macchie grosse ed evidenti, sarebbe bene non buttarlo in lavatrice dopo ogni utilizzo. In caso di necessità è possibile intervenire esclusivamente sulla zona da trattare con del sapone di Marsiglia o con dei prodotti appositi per pre-trattare.  Quando il jeans è nero, questo trucco si rivelerà "vitale" per evitare di sbiadire il colore.

3. Preferire i lavaggi a mano

Il lavaggio a mano è molto più delicato di quello in lavatrice, dunque è preferibile per i jeans neri, soprattutto quando si vuole che il colore rimanga inalterato. Certo, non sempre questa è la scelta ideale quando il tempo scarseggia ma tinta e fibre del pantalone verranno sicuramente stressate meno. Se però proprio non si può fare a meno della lavatrice, l'ideale è impostare la temperatura tra i 30 e i 40 gradi con la centrifuga al minimo.

4. Lavarli al rovescio

Un metodo super efficace per non rovinare il colore dei jeans neri? Lavarli al rovescio, soprattutto quando si usa la lavatrice. Così facendo, si evita lo sfregamento con altri capi e si limita il contatto con acqua e detersivo (che potrebbe contenere ingredienti super aggressivi che sbiadiscono il colore con facilità).

5. Scegliere il detersivo giusto

Non sempre i detersivi comunemente in commercio sono adatti a ogni tipo i tessuto, in alcune occasioni è preferibile un detergente ad hoc, così da non rovinare colore e consistenza dei capi. Per lavare i jeans neri in modo impeccabile bisogna puntare su un detersivo per panni scuri o neri (facendo bene attenzione a non usarne una quantità eccessiva). In alternativa, è possibile servirsi di ingredienti naturali al 100%, ovvero sale e aceto, che si riveleranno perfetti per igienizzare e pulire il tutto senza ingredienti chimici e tossici.

6. Evitare l'asciugatrice

L'ultimo step da superare per non rovinare i jeans neri? Fare attenzione all'asciugatura. L'asciugatrice è assolutamente da evitare, visto che con i suoi sbalzi di calore potrebbe rovinare il tessuto. Al contrario, è preferibile un comune stendino, facendo bene attenzione a non esporre il capo alla luce diretta del sole.