Dopo il costume, l'indumento indispensabile per la spiaggia è il pareo: utilissimo sia come copricostume che come telo mare in situazioni estreme, in realtà può essere trasformato in tantissimi modi. Un semplicissimo pareo infatti può essere indossato in modi diversi, a seconda del look che vogliamo ottenere. Basta poco per essere trendy anche in spiaggia. Ma come si fa? Il segreto è scegliere un pareo ampio, dalla forma rettangolare: piegandolo su stesso potrete trasformarlo in indumenti differenti. Ma vediamo in quanti altri modi possiamo trasformare il nostro pareo seguendo semplici istruzioni.

Come annodare il pareo

Il pareo può essere annodato in tanti modi diversi: con lo stesso indumento, infatti, possiamo ottenere un vestito, una gonna trasformabile da lunga a corta o ancora indossarlo come copricapo o come sciarpa, sfoggiando così stili e look diversi, scegliendo quelli più adatti di giorno, magari semplicemente incrociando il pareo e annodandolo dietro al collo, o annodandolo in vita per realizzare un veloce copricostume. La sera invece possiamo optare per una versione più chic annodandolo sul seno per poi pinzarlo all'interno del costume, trasformandolo così in un vestito. Sono diverse le versioni che possiamo creare con un'unico pareo, basta avere un po' di manualità e fantasia.

Idee per mettere un pareo

Gonna: il modo più classico di annodare un pareo è indossarlo come se fosse una gonna, con alcune varianti: piegato a metà per creare una versione mini annodandolo solo sul fianco, oppure creando una metà lunghezza per ottenere una gonna midi. Possiamo avvolgerlo attorno ai fianchi oppure annodarlo su un lato lasciando una gamba scoperta.

Smanicato: per realizzare un cardigan smanicato, piegate a metà il vostro pareo e unite l'estremità di destra con quella di sinistra ripiegandolo una seconda volta, otterrete così un copricostume da indossare proprio come se fosse un cardigan smanicato.

Gonna a pantalone: per realizzare una comodissima gonna a pantalone annodate in vita il pareo prendete gli altri due lembi e passateli tra le gambe, da dietro in avanti, annodandoli nella parte posteriore sempre all'altezza dei fianchi. Potete realizzarne anche un'altra versione che coprirà anche la parte superiore del corpo: annodate il pareo sul seno, prendete poi gli altri due lembi e procedete come sopra annodando sempre i lembi dietro all'altezza della vita.

Top: per realizzare un top vi occorrerà un pareo quadrato: legate le due estremità dietro al collo lasciandolo morbido sul davanti. Prendete le altre due estremità e annodatele dietro la vita. Le spalle resteranno scoperte per un effetto nude look. Per un effetto bustier piegate il vostro pareo a triangolo e allacciatelo all'altezza del seno, con la punta che sarà rivolta verso il basso. Ora vi basterà legare gli altri due lembi dietro la schiena e il top è fatto!

Pareo con bracciale: possiamo divertirci a indossare il nostro pareo anche con l'ausilio di accessori, in questo caso un bracciale. Ecco come utilizzarlo: annodate il pareo dietro al collo, prendete gli altri due lembi e infilateli nel bracciale che deve essere rigido e doppio, tirate i lembi e stringeteli verso il seno annodandoli sulla schiena.

Copricapo: non pensiamo però solo a coprire il corpo! Con il pareo, infatti, possiamo realizzare anche un originale copricapo da mettere in spiaggia ma anche durante le nostre passeggiate estive. Piegate il pareo a triangolo e poggiatelo sulla testa incrociando le due estremità dietro la nuca e fermando con un nodo.

Sciarpa: avvolto intorno al collo il pareo può diventare una pratica sciarpa molto utile la sera, magari durante un falò in spiaggia, o semplicemente come accessorio per essere trendy!

Come indossarlo come vestito?

Ci sono poi diversi modi per indossare il pareo come un vestito: nella versione classica annodata sul seno che possiamo variare in modi originali o, come tubino o monospalla, così da creare diverse variazioni su tema.

Vestito classico: per realizzare un vestito con il vostro pareo collocatelo dietro le spalle e portate le estremità superiori sul davanti legandole sul seno. Annodate invece i lembi inferiori dietro la schiena. Il vestito è pronto!

Vestito con varianti: anche se lo indossate in modo tradizionale allacciandolo sopra il seno, potete trasformare il vostro pareo in modo originale: invece di farlo cadere dritto lungo i fianchi, pizzicatelo sotto lo slip del vostro bikini per creare un effetto cinturina. Le frange alle quali avete fatto un nodo sopra il seno possono essere trasformate in due modi: o con un fiocchetto oppure legate dietro la nuca; in questo secondo caso arrotolatele su se stesse prima di fissarle con un piccolo nodo dietro il collo. In questo modo otterrete un effetto originalissimo, come se indossaste una collana.

Tubino: una variazione del vestito classico è il tubino. In questo caso dovrete avvolgere il pareo intorno al corpo e legare le due estremità davanti con un nodo. Per mettere in risalto il seno passate le punte sciolte del pareo dietro la schiena e annodatele. Si avrà un effetto reggiseno e l'effetto sarà quello di un tubino con le spalle scoperte.

Monospalla: per ottenere un monospalla dovrete piegare a metà il vostro pareo, e indossarlo nel modo classico, facendo un nodo su un lato all'altezza del costume; a questo punto potrete prendere il velo superiore del vostro pareo e fissarlo con un altro nodo su una spalla, in modo da creare un abito monospalla.