Sai come riprodurre le piante per talea? Con pochi passaggi è possibile duplicare le vostre piante: vi basterà poi avere la giusta dose di pazienza, per vederele crescere e ammirarle in tutta la loro bellezza. Si tratta di un metodo che può essere applicato a tantissime piante: lavanda, rosa, geranio, rosmarino ecc… Vi basterà prelevare una piccola parte di pianta da interrare, così da creare una "copia" della pianta di origine. Ecco allora cos'è la talea e come realizzarla a casa in modo semplice.

Cos'è la talea e quando effettuarla

La talea è un metodo di riproduzione delle piante, che sono in grado di rigenerarsi. Si tratta, in pratica, di una parte di pianta messa a dimora nel terreno o in acqua, così da far crescere un nuovo esemplare identico. È costituita solitamente da rametti, ma è possibile utilizzare anche fusto radici o foglia, come per la begonia e le piante grasse. La moltiplicazione per talea è molto utilizzata perché è una metodologia semplice, inoltre, da un'unica pianta, anche piccola, è possibile ottenere più di una talea. Il periodo per effettuare la talea varia in base alla piante che vogliamo riprodurre: le talee per foglia si possono realizzare tutto l'anno, quelle erbacee in primavera, le semilegnose in estate e le legnose in autunno.

Moltiplicazione per talea: quali sono i vantaggi

Grazie alla riproduzione per talea è possibile ottenere un pianta clone, che sarà quindi geneticamente uguale alla pianta madre: in questo modo non si avranno cambiamenti di caratteristiche dovuti ad una riproduzione incrociata. Grazie alla moltiplicazione per talea, è possibile ottenere delle piante forti e vigorose, a differenza degli ibridi che invece possono dar vita a piante poco vigorose o sterili.  Altro vantaggio della talea è la rapidità di crescita dell'esemplare, rispetto alla moltiplicazione per seme, in quanto viene realizzata su una parte di tessuto già cresciuto. Inoltre si tratta di un metodo economico, che vi permetterà di riprodurre anche specie rare e costose a costo zero.

Come riprodurre per talea con una mini serra fai da te

La talea più utilizzata è quella semilegnosa o legnosa, che sfrutta la capacità di un ramo, più o meno duro, in base alle caratteristiche della singola pianta, di creare un nuovo esemplare. Le talee semilegnose si effettuano su porzioni di ramo dell'anno e vengono realizzate su piante che si riproducono in tarda primavera o in estate mentre, le talee legnose, sono più indicate per piante che preferiscono una riproduzione nella parte iniziale della primavera.

Per grandi linee, dato che ci sono delle variabili che possono cambiare da specie a specie, ecco come procedere per la riproduzione: tagliate un ramo abbastanza lungo con una cesoia affilata e sterilizzata con dell'ammoniaca al 5%: il taglio dovrà essere netto e orizzontale. Ora contate almeno 3 foglie, dette anche nodi, e realizzate il primo taglio. Ripetete ancora l'operazione così da ottenere più talee. Tagliate da ogni rame le due foglie in basso, così da lasciare solo quella in cima. Realizzate ora una mini serra con un contenitore di plastica: potete utilizzare anche una bottiglia, alla quale eliminerete la parte alta, praticando dei buchi sul fondo. Inserite all'interno l'80% di sabbia o perlite e il 20% di terriccio, e compattate facendo pressione con le mani. Bagnate la base della talea in polvere o liquido radicante, ormone stimolatore per la crescita della pianta, e inserite poi la talea nel terreno per 1/3 della sua lunghezza e annaffiate con uno spruzzino. Se avete utilizzato una bottiglia di plastica, copritela con la pellicola trasparente e immergetela in un recipiente con l'acqua, così da bagnarla bene attraverso i fori realizzati sotto. Sistemate poi la vostra mini serra in una zona a mezz'ombra e aspettate che cominci il processo di radicazione. Le piante potranno poi essere messe a dimora o rinvasate.

Irrigazione e quando mettere a dimora le piante ottenute per taleaggio

L'irrigazione ha un ruolo importante per la crescita della talea, bisognerà infatti mantenere sempre umido il terreno facendo attenzione che non sia mai troppo asciutto o troppo bagnato. Sistemate sempre i contenitori con le talee in posti in cui ci sia un'umidità costante e che sia ventilata, senza però esporle alla luce diretta del sole: per questo sono da preferire la semi ombra. Le piante che si riproducono per taleaggio devono essere tenute nei loro contenitori per uno o due anni, prima di essere messe a dimora.