Tra gli odori più sgradevoli e difficili da eliminare tra le mura domestiche, c'è sicuramente quello di fritto. Quante volte abbiamo desiderato di poter friggere senza la preoccupazione di avere tutta la cucina che puzza di fritto? Si tratta di un cattivo odore che non riguarda solo la casa, ma che impregna tende, vestiti e capelli. Esistono però alcuni metodi naturali davvero efficaci: aceto, limone, chiodi di garofano, prezzemolo, oltre alle accortezze da osservare mentre friggete le vostre pietanze, per limitare i danni. Che si tratti di pesce fritto, patatine, frittelle, avrete così una cucina profumata e senza il tipico odore di friggitoria. Scopriamo allora come eliminare il cattivo odore di fritto dalla casa con semplici ed efficaci consigli.

Dall'aceto al prezzemolo: i rimedi naturali contro la puzza di fritto

I rimedi naturali al 100% per profumare la cucina durante la frittura sono davvero tanti, si tratta di alimenti che solitamente abbiamo in frigo o in dispensa, per questo sarà facile utilizzarli. Ecco come fare. Soprattutto in caso di fritto di pesce, ma anche per altre fritture, mettete a bollire in un pentolino acqua e aceto, accanto alla pentola in cui state friggendo, e lasciate sobollire per tutta la durata della frittura: potete utilizzare l'aceto bianco o l'aceto di mele, che ha un odore meno intenso. Al posto dell'aceto potete inserire nell'acqua bollente una manciata di chiodi di garofano, che assorbono e neutralizzano i cattivo odori e che profumeranno la stanza, oppure delle stecche di cannella o di vaniglia, magari di quelle che avete utilizzato per le vostre ricette.

In alternativa potete aggiungere alcuni alimenti all'olio della frittura, per evitare che sprigioni cattivo odore. Tra le tecniche più semplici c'è quella di inserire delle fettine di mela all'interno dell'olio: lavate il frutto ed eliminate tutti i semi, prima dell'immersione. Utilizzate una fettina alla volta e, non appena si sarà scurita, sostituitela con un'altra fettina. In alternativa potete aggiungere il succo di mezzo limone all'interno dell'olio, prima di cominciare la frittura: oltre ad eliminare il cattivo odore, donerete alla frittura anche un gradevole sapore di fresco: l'ideale quando friggete il pesce. Potete invece aggiungere all'olio per friggere anche la scorza di limone: ideale in caso di grosse frittura inserire direttamente tutto il mezzo limone spremuto. In questo caso sarà importante utilizzare un limone non trattato. Altro metodo è quello di utilizzare il prezzemolo: aggiungetene un mazzetto fresco all'olio che userete per la frittura e neutralizzarete il cattivo odore di fritto dalla cucina.

Acqua e ammorbidente per eliminare la puzza di fritto e di fumo

Un altro rimedio casalingo efficace contro la puzza di fritto, ma efficace anche per eliminare l'odore di fumo, è l'ammorbidente. Versate in un pentolino l'acqua e l'ammorbidente che preferite: ne basterà aggiungere pochissimo, sarà quindi molto diluito. In questo caso sfrutteremo la potenza degli oli essenziali di cui è composto il detersivo. In alternativa all'ammorbidente potete utilizzare anche gli oli essenziali puri aggiungendone poche gocce all'acqua calda. Il profumo in cucina e in casa sarà duraturo e rilassante: si tratta del metodo perfetto anche per eliminare la puzza di cavolo o delle minestre.

Quale olio utilizzare per limitare il cattivo odore di frittura in cucina?

Anche la scelta dell'olio è fondamentale, non solo per la buona riuscita della frittura, ma anche per evitare la puzza di fritto. Ciò che provoca il cattivo odore mentre si frigge, infatti, è il fumo che viene fuori dall'olio quando raggiunge il su "punto di fumo". Per questo è importante utilizzare un olio con un alto punto di fumo: tra questi troviamo l'olio di arachidi e l'olio di sesamo. A seguire ci sono poi l'olio di girasole e di mais. Importante poi utilizzare un olio di buona qualità e soprattutto "nuovo", cioè non utilizzato per precedenti fritture. Anche quest'accortenza vi aiuterà a limitare la puzza di fritto.

I trucchi da mettere in atto mentre si frigge in casa

Oltre ai metodi per eliminare la puzza di fritto, ci sono dei semplici consigli da seguire per friggere senza odori. La prima cosa da fare, anche se può sembrare banale, è arieggiare bene la cucina: aprite la finestra prima e durante il periodo della frittura. Ricordate però anche di chiudere la porta della cucina, così da non far andare in cattivo odore nelle altre stanze. In alternativa potete accendere l'aspiratore, soprattutto laddove non è possibile aprire le finestre o in caso di cucine cieche e poco arieggiate. Altro consiglio è quello di lavare subito le padelle sporche di olio e gli accessori utilizzati per la frittura, facendo sparire subito la spazzatura con la carta sporca di unto. Un altro consiglio è quello di utilizzare una friggitrice ad aria: il vantaggio di questa friggitrice è che consente di utilizzare una minor quantità di olio in quanto il vettore di calore è l'aria stessa. Meno utilizzo di olio significa anche meno odore di fritto. Un altro metodo è quello di lasciare per ultima la cottura di dolci, in particolare di biscotti: il buon odore di biscotti appena sfornati annienterà in poco tempo la puzza di frittura.