Sei stanca di avere capelli secchi e doppie punte? Se non vuoi andare dal parrucchiere potresti provare un metodo del tutto alternativo e nuovo: a scoprirlo sono stati i ricercatori della Glyndwr University, a Wrexham, nel Galles del Nord.

Invece di utilizzare shampoo, balsami e creme apposite potresti addirittura risolvere il tuo problema con i crostacei! Hai capito bene, sembra proprio che nei gusci e conchiglie dei gamberetti ci sia una sostanza chiamata chitosano, conosciuta per le sue proprietà benefiche sui capelli. La ricerca, durata più di due anni e costata oltre 1.000.000 di sterline, sembra aver messo a punto un'innovazione nel campo della bellezza, utilizzando materiale naturale e facendo anche del bene all'ambiente: "I gusci dei gamberetti normalmente verrebbero smaltiti come rifiuti; lo scopo del progetto è quello di rendere la produzione di prodotti di bellezza e per la cura della casa più verde ed ecologica" ha affermato Pete Williams, il professore che si è occupato della ricerca.

Certo è che sembra strano utilizzare parte di un crostaceo per prendersi cura della propria chioma, ma sembra proprio che il chitosano, insieme alle proprietà del gamberetto, riescano a mantenere idratato il capello e soprattutto a contrastare le doppie punte, permettendo così alla maggior parte delle donne di combattere quel fastidioso effetto trasandato che può comparire sulla chioma. La nuova tecnologia è ancora in via di sviluppo: nonostante la materia prima sia del tutto naturale, il procedimento per creare il prodotto cosmetico e i conseguenti rifiuti sono ancora da mettere a punto per evitare di inquinare l'ambiente.