Ti è mai capitato di sentire odore di muffa o di umido sui tuoi vestiti? Si tratta di una situzione davvero spiacevole che può accadere quando apriamo l'armadio o, peggio, quando tiriamo fuori il bucato dalla lavatrice. Ciò è dovuto alle spore della muffa: si tratta di un inconveniente che può capitare se si lasciano per troppo tempo gli indumenti nell'armadio o in lavatrice. Per fortuna esistono diversi rimedi per donare ai nostri capi un gradevole profumo di pulito, come aceto, bicarbonato e non solo: soluzioni semplici, economiche e alla portate di tutti. Scopriamo allora come eliminare l'odore di muffa dai vestiti in modo facile, sia con il lavaggio in lavatrice che con quello a secco, per i capi più delicati.

Perché si forma l'odore di umido o di muffa su vestiti e tessuti

Se sentitre l'odore di muffa sui vestiti appena lavati, i motivi sono principalmente due: li avete lasciati nel cestello per troppo tempo, e ciò ha contribuito alla formazione di muffa, oppure avete riposto gli indumenti nell'armadio non completamente asciutti: l'ambiente chiuso, e il poco ricircolo di aria, avrebbero così favorito lo sviluppo della muffa. In questi casi il consiglio è di far asciugare bene i capi prima di riporli. Lo sgradevole odore sui capi potrebbe dipendere anche dalla muffa accumulata in alcune parti della lavatrice: ad esempio le guarnizioni che sono a contatto con l'oblò. In questo caso applicate una piccola quantità di aceto sulla zona e strofinate con uno spazzolino. Lasciate agire e poi rimuovete i residui. Ricordate poi di lasciare l'oblò della lavatrice aperto, dopo aver terminato il lavaggio, ciò eviterà la formazione di muffa e cattivi odori.

Come eliminare l'odore di muffa dai vestiti: i rimedi più efficaci in lavatrice

Mettete i vestiti in lavatrice e versate nella vaschetta, oltre al normale detersivo, anche un bicchiere di aceto bianco o di bicarbonato: in alternativa potete utilizzare anche il borace. Scegliete ora il programma adatto agli indumenti che state lavando: ricordate che i rimedi anti muffa funzionano meglio con l'acqua calda. Se invece dovete usare un programma a basse temperature, perché magari si tratta di capi di lana, potrete poi effettuare un secondo lavaggio. Una volta terminato il bucato è importante togliere subito i capi dalla lavatrice e stenderli all'aria aperta e in un posto ventilato. In caso di muffa evitate l'asciugatrice, che potrebbe non risolvere il problema del cattivo odore: potrebbe però capitare di utilizzarla, soprattutto in caso di pioggia: se una volta tolti dall'asciugatrice presentano ancora il cattivo odore di umido, allora aspettate una giornata di sole per il lavaggio, così da farli asciugare all'aria aperta.

Come eliminare l'odore di muffa sui capi delicati e con il lavaggio a secco

Se l'odore di muffa rigurda capi delicati o che necessitano del lavaggio a secco, come giacche o cappotti che non possiamo o vogliamo lavare in acqua, per evitare di rovinarli, allora dovrete realizzare una miscela di aceto e bicarbonato. Inserite i due prodotti all'interno di uno spruzzino oppure applicate la miscela a gocce e poi spazzolatela via con una spazzola per indumenti. Una soluzione molto semplice, da utilizzare sugli indumenti che non si possono lavare in lavatrice, è quella di utilizzare il bicarbonato puro: stende il capo da trattare su una superfice pulita e cospargetelo con il bicarbonato, ripetendo l'operazione anche dall'altro lato. Lasciate in posa per una notte e il giorno dopo scuotetelo e spazzolatelo, infine appendetelo per una giornata all'aria aperta.

In alternativa potete stendere il capo al sole e inserire in tasca un sacchettino che contenga limone, bicarbonato e olio essenziale di lavanda, solo poche gocce: il composto non dovrà essere liquido. Lasciate arieggiare e lasciate il sacchettino in tasca: profumerà così anche l'interno dell'armadio. Un metodo alternativo, ma efficace, è poi la vodka: acquistatena una bottiglia economica, versatela in un flacone spray, spruzzatela in modo omogeneo sull'indumento e, infine, fate asciugare al sole.

Cosa fare in caso di odore di muffa persistente sui tessuti

Può capitare che l'odore di muffa sia particolarmente persistente: ciò avviene soprattutto su asciugamani e lenzuola. Prima di portarli in lavanderia, o peggio, di buttarli provate questo metodo casalingo molto semplice da utilizzare però solo con capi resistenti: fate bollire l'acqua in una pentola e, una volta raggiunta l'ebollizione immergete il capo lasciandolo in ammollo per almeno 5 minuti: in questo modo eliminerete le spore della muffa e il cattivo odore. Strizzate poi l'indumento, utilizzando dei guanti e facendo attenzione a non scottarvi, mettetelo poi in lavatrice e proseguite con il normale lavaggio. Infine lasciate asciugare all'aperto al sole e in un luogo ben arieggiato.