Quanto volte vi siete ritrovate con i capelli annodati e arruffati? Ogni giorno, infatti, i capelli si strofinano contro i vestiti e la pelle, mentre la notte, contro il cuscino. In inverno il problema aumenta, a causa di dolcevita, pullover di lana, cappelli e sciarpe. Quando la chioma presenta dei nodi, diventa difficile da pettinare: nel provare a districarli, infatti, corriamo il rischio di spezzarli. Molto dipende anche dalla natura dei capelli: quelli lisci possono affidarsi semplicemente al pettine, mentre i capelli ricci, hanno bisogno di una aiuto in più, attraverso l'uso di balsamo o comunque di un districante. Scopriamo allora come districare i capelli con metodi semplici ed efficaci.

Utilizzare sempre il balsamo

Per ammorbidire e distendere i capelli non dimenticate mai il balsamo, soprattutto se avete i capelli ricci e tendenti al crespo. Il balsamo ammorbidisce il capello e lo distende: lasciatelo in posa per 5 minuti,  Cominciate a sbrogliare i nodi con le dita, dividendo i capelli per sezioni. Utilizzate poi un pettine a denti larghi, partite dalle punte andando verso il basso. Se i capelli sono particolarmente arruffati, aggiungete un altro po' di balsamo o di olio, come l'olio di cocco. Sciacquate bene i capelli, preferendo l'acqua fredda, che chiude le squame mantenendole idratate.

Impacco districante fai da te

Se volete districare i capelli senza balsamo, potete utilizzare un impacco naturale e fai da te. Per realizzarlo vi occorreranno: due cucchiai di yogurt bianco, mezzo cucchiaio di olio di ricino, un cucchiaino di olio extravergine d'oliva . Mescolate insieme lo yogurt con l'olio di ricino, aggiungete poi l'olio extravergine d'oliva e stendete il composto su tutta la capigliatura, aiutandovi con un pettine a denti larghi. Coprite la testa con la pellicola trasparente e lasciate in posa per circa 20 minuti. Sciacquate abbondantemente. Questi impacco è molto utile in caso di capelli danneggiati dal calore di phon e piastra, dalle colorazioni e dalla spazzola. Potete effettuarla 2 volte a settimana.

Applicare una maschera rinforzante

Uno dei motivi della formazione di nodi, sono i capelli secchi e aridi. In questo caso sarà meglio utilizzare una maschera rinforzante, per fortificare i capelli e renderli più morbidi e docili al pettine. Realizzatela a casa mescolando in una ciotola un vasetto di yogurt naturale, dall'azione nutriente, un cucchiaio di olio di semi di lino e sette gocce di olio essenziale di rosmarino. Mescolate tutti gli ingredienti e applicate uniformemente su tutta la chioma. Lasciate agire per 40 minuti e poi procedete con il normale lavaggio. Potete ripetere la maschera una volta a settimana.

Miscela di oli vegetali

Se i nodi ai capelli sono causati da trattamenti aggressivi o tinture, il rimedio ideale per districarli è composto da un mix di oli vegetali ad azione nutriente, che aiutano a rigenerare la fibra capillare. Mescolate insieme 10 ml di olio di sesamo, 10 ml di olio di cocco, 10 ml di olio di argan e 10 ml di olio di mandorle dolci. Applicate questo mix sulla chioma asciutta o sui capelli umidi e lasciate agire per qualche ora. Dopo fate lo shampoo come d'abitudine. Potete realizzare questo impacco una volta a settimana.

Come prevenire i nodi

Ci sono poi una serie di accorgimenti che potete utilizzare per prevenire i nodi ai capelli. Fate una treccia prima di andare a letto, così i capelli non si annoderanno durante la notte. Un altro consiglio è quello di spazzolarli quando sono ancora umidi: da asciutti sono infatti più fragili e difficili da pettinare, mentre quando sono bagnati sono deboli e possono spezzarsi facilmente. Se i vostri capelli sono inclini ai nodi, evitate pettinature con mollette ed elastici, preferendo pettinature semplici. Da evitare anche l'uso eccessivo di lacche e fissanti per capelli, che rendono la chioma secca e arida, contribuendo alla formazione di nodi.