Per chi condivide la propria vita con un amico a quattro zampe, l'emergenza da Coronavirus rappresenta indubbiamente una preoccupazione in più. Bisogna prestare più attenzione quando lo si porta a spasso e poi, una volta rientrati a casa, provvedere alla detersione delle zampe. La prima domanda, però, che ci si pone è se i cani possano contrarre il virus. A rispondere è la dott.ssa Federica Manunta, veterinaria comportamentalista. «A quanto ne sappiamo noi al momento non c’è alcun rischio per gli animali, nel senso che il virus non colpisce i nostri amici a quattro zampe: non ammalandosi di Covid-19, non possono a loro volta essere dei portatori anche asintomatici nel manifestare la patologia». Nessun timore da questo punto di vista, dunque, ma l'attenzione all'igiene in questo difficile momento deve essere maggiore.

I cani possono ammalarsi e trasmettere il virus?

«Quello su cui si sta riflettendo e di cui ancora si sa poco è che un cane possa, al pari di un qualsiasi altro oggetto, trasportare eventualmente il virus, un po’ come se fosse una maniglia o un carrello del supermercato. Questo è in fase di valutazione, non abbiamo certezze ma è possibile che sia così», spiega la dott.ssa Manunta. Si parla in questo caso di soggetti infettivi e di oggetti veicolatori. C'è, infatti, chi può contrarre il virus, manifestando la patologia o diventandone un portatore asintomatico. «I soggetti che si ammalano, attraverso l’aerosol, quindi attraverso ad esempio gli starnuti, possono inquinare le altre persone o gli oggetti. In questo caso i nostri cani non sarebbero ammalati ma inquinati da parte del virus».

Come disinfettare le zampe del cane

Alcune precauzioni che abbiamo iniziato noi stessi ad adottare in questo periodo vanno estese anche ai nostri animali. «Non bisogna toccare i cani degli altri – consiglia la dott.ssa – Così come non ci stringiamo più la mano tra di noi, non ci abbracciamo, non ci baciamo, ma teniamo delle distanze di sicurezza, così dovremmo fare con i cani che non conosciamo». A questo punto possiamo provvedere all'igiene del nostro amico a quattro zampe. L'acqua e il sapone, che sono i migliori amici di tutti noi in questo periodo, possono essere utilizzati anche per le zampe dei cani. In alternativa si possono usare delle normali salviette, disponibili in commercio, che abbiano anche una base alcolica, come consiglia la dott.ssa che, però, precisa: «Si parla di una sopravvivenza del virus per strada abbastanza ridotta e quindi non dobbiamo pensare a un inquinamento importante delle zampe dei nostri cani». Assolutamente sconsigliato è, invece, l'utilizzo di candeggina per la pulizia delle zampe. Per il manto non bisogna preoccuparsene, poiché se non toccato, non viene inquinato.

Come disinfettare le zampe del gatto

Per chi, invece, in casa ha amici gatti quale misure bisogna adottare? In generale, si potrebbero seguire gli stessi accorgimenti presi per i cani. Tuttavia, come è noto, i felini non amano essere manipolati né avere addosso profumi su base alcolica. Nel caso in cui il gatto non si renda disponibile alla detersione delle zampe con acqua e sapone o con le salviette igienizzanti, si può scegliere in alternativa di agire con maggiore efficacia sui pavimenti, adottando una pulizia più approfondita.

Portare a passeggio i cani

Se è vero, dunque, che portarli a spasso non li mette in pericolo, dobbiamo anche rispettare le restrizioni imposte. In molte zone di Italia hanno chiuso le aree destinate a loro e al momento è consigliabile limitarci ad uscire nel nostro quartiere. «Dobbiamo cercare in base alla tipologia del cane che abbiamo e al tipo di vita che ha condotto finora, di trovare un compromesso tra questi due aspetti, cioè il benessere del nostro cane e le misure restrittive imposte». Il buon senso e l'attenzione che stiamo adottando per noi stessi, deve valere, dunque, anche per i nostri fidati amici a quattro zampe.

Le informazioni fornite su www.fanpage.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.
i