Le erbe aromatiche sono molto utilizzate in cucina: aiutano ad insaporire le pietanze donando naturale sapidità ai nostri piatti: permettendoci anche di ridurre la quantità di sale che mettiamo nei cibi. Conservare le erbe aromatiche nel modo giusto ci permetterà di preservarne gusto e aroma per tutto l'anno: si va dalla classica essiccazione per le erbe aromatiche secche, semplice e low cost, ad altri metodi utili  anche per erbe aromatiche fresche: parliamo in questo caso di congelamento in freezer, conservazione sott'olio o sotto sale, tutti metodi semplici ma efficaci.

Essiccazione: per mantenere colore e sapore inalterato nel tempo

Per conservare le erbe aromatiche secche, il metodo più efficace è l'essiccazione, utilizzato fin dai tempi antichi. Con questo metodo si elimina l'acqua dalle erbe, rendendole inattaccabili dai germi per periodi molto lunghi, conservando intatte le loro proprietà. L'essiccazione può avvenire tramite appositi essiccatori naturali o elettrici, sempre in ambienti asciutti e al riparo dall'umidità. Potete essiccare le erbe aromatiche esponendole ai raggi del sole, oppure nel forno elettrico. Dopo averle essiccate conservatele in barattoli di vetro o in bustine con chiusura ermetica.

Conservazione in freezer per le erbe aromatiche fresche

Il congelamento delle erbe aromatiche, e quindi la conservazione in freezer, è un metodo efficace adatto soprattutto alle erbe aromatiche fresche dallo stelo morbido come basilico, erba cipollina o drangoncello. Una volta lavate, asciugatele delicatamente con un panno di cotone pulito, staccate le foglie o i rametti dallo stelo e sistematele in un sacchetto da freezer o in un contenitore. Etichettatele con la data di preparazione e consumatele entro 3 mesi dalla data di congelamento: manterranno intatte sapore e profumo. In alternativa potete congelarle nelle vaschette per il ghiaccio, realizzando dei cubetti da utilizzare all'occorrenza: la dose è di 1/3 di erbe per 2/3 di acqua. Potete utilizzare anche l'olio extravergine d'oliva: sistemate le erbe aromatiche tritate nelle forme del ghiaccio e ricoprite con l'olio. Quest'ultima metodo opzione è l'ideale per usare le erbe aromatiche da aggiungere come condimento di insalate o direttamente in cottura. Le opzioni di congelamento nei sacchetti o con acqua, sono consigliate per l'utilizzo di erbe aromatiche su pietanze fredde o calde già condite.

Conservazione sott'olio per ottenere un ottimo olio aromatizzato alle erbe

Potete conservare le erbe aromatiche anche sott'olio: accertatevi però di utilizzare un olio extravegine d'oliva di ottima qualità, e di conservarle in un luogo fresco e al riparo dalla luce. In questo modo otterrete una riserva di olio aromatizzato per alcuni mesi. Per la preparazione riponete l'intero stelo della pianta in un vasetto oppure in una bottiglia e aggiungete l'olio. In poche settimane avrete un olio profumato e saporito per aromatizzare le insalate o i vostri piatti preferiti. Per questo metodo potete utilizzare le erbe aromatiche sia fresche che essiccate: nel primo caso l'olio durerà di meno: l'acqua contenuta nelle erbe lo farà irrancidire. Nel secondo l'olio potrà durare fino a circa 6 mesi.

Conservazione delle erbe aromatiche con il sale per realizzare un insaporitore naturale

Il sale grosso è un ottimo ingrediente per conservare le erbe aromatiche, ed è anche uno degli ingredienti per la preparazione di un insaporitore di erbe naturale. Una volta pronto potrete utilizzarlo al posto del dado o degli insaportori che troviamo in vendita nei supermercati: nel nostro caso, però, sarà senza conservanti e molto più economico. Per la preparazione potete utilizzare un mix di erbe aromatiche tra prezzemolo, basilico, salvia, timo, rosmarino, erba cipollina, a cui aggiungere anche dei peperoncini rossi essiccati. Per 500 gr di erbe aromatiche utilizzate circa 2 kg di sale grosso e 2-3 peperoncini. Lavate le erbe, sminuzzatele e mettetele in una ciotola con il sale. Amalgamate bene e conservate in barattoli di vetro con chiusura ermetica, infine conservate in luogo fresco e asciutto. Potete conservare sotto sale anche le erbe aromatiche intere: sistematele a strati in un contenitore di vetro, alternando erbe e sale. Potrete utilizzarle soprattutto per la preparazione di soffritti.

Come conservare il trito di erbe aromatiche e mantenerne intatto l'aroma

Quando acquistate le erbe aromatiche sfuse, accertatevi di conservarle bene: per prolungarne la durata e mantenere intatto l'aroma non lasciatele nelle bustine di acquisto ed evitate di conservarle nei mobile sopra i fornelli. Ciò è sbagliato, in quanto le erbe aromatiche saranno così esposte al calore e all'umidità: ricordate sempre che sono fotosensibili e che risentono delle alte temperature. Dopo l'acquisto conservate il vostro trito di erbe all'interno di barattoli di vetro o di latta con chiusura ermetica, e conservateli in luogo fresco, asciutto e al riparo da sbalzi di temperatura.