Vi è mai capitato di trovare una bruciatura di sigaretta sulla vostra maglietta preferita? Per tutti quelli che sono stufi di rovinare gli abiti appena acquistati, arriva Coex, il cotone 100% naturale che non brucia Si tratta di una fibra naturale ignifuga che produce una reazione chimica capace di modificare le molecole della cellulosa.

In pratica, si legano le molecole della cellulosa a molecole di fosforo, zolfo e azoto, tutte agiscono in modi diversi per garantire la non infiammabilità. Il fosforo alza una barriera contro la fiamma, l’azoto mangia l’ossigeno che alimenta la combustione, lo zolfo fa sì che il tessuto si carbonizzi direttamente, senza prendere fuoco, quando viene esposto ad elevate temperature. Coex è stato creato dai fratelli Zanolo, di Biella, in collaborazione con l’azienda Torcitura Padana per fronteggiare la crisi degli ultimi anni. La presidente di Torcitura, Simona Pesaro, ha infatti dichiarato: “Sembra scontato dirlo, ma sono le difficoltà che aguzzano l’ingegno generando le idee. Finora il mercato dei prodotti tessili ignifughi era dominato dalle fibre sintetiche. Noi abbiamo lavorato invece su cotone, canapa, lino, iuta e viscosa".

Coex è disponibile in diversi colori, dal blu al nero, fino ad arrivare al rosso, al giallo e al marrone, e può essere utilizzato in tutti quei processi in cui fino ad oggi si utilizzavano esclusivamente le fibre sintetiche, dall’arredo, all’abbigliamento, fino all’automotive e al design. Il cotone che no brucia è naturale, anallergico, compostabile e praticamente identico all’apparenza ai suoi “colleghi” sintetici. I creatori sperano che, seguendo lo stesso processo chimico, si possa dare presto vita anche ad uno spin-off di questo prodotto: il legno che non brucia.