Il ciclo mestruale è un evento fisiologico e naturale che caratterizza la vita di ogni donna in età fertile, presentandosi ogni mese con delle caratteristiche ben precise. Anche se i sintomi sono più o meno sempre gli stessi, quando si parla di mestruazioni non esistono regole e possono esserci sempre dei piccoli cambiamenti. La cosa che in pochi sanno è possibile conoscere il proprio stato di salute osservando alcuni "segnali" durante il ciclo. Un esempio? Il colore del sangue mestruale: ecco cosa rivela.

Cosa rivela il sangue mestruale sul proprio corpo

A quale donna non è mai capitato di notare dei piccoli cambiamenti nel colore del sangue mestruale? Che sia rosso scuro, marrone o con delle sfumature nere, non importa, riesce sempre fornire delle informazioni sul proprio corpo. Innanzitutto è importante sapere che il colore del sangue del ciclo varia a seconda del contatto che ha avuto con l'ossigeno, dunque è più scuro quando è stato maggiormente in contatto con questo elemento. Le mestruazioni non sono altro che l'espulsione dell'ovulo che non viene fecondato ma, visto che sono legate a un processo che dura diversi giorni, il sangue può rimanere più o meno tempo nell'utero, variando il suo colore. Il rosso vivo lo si vede nei primi giorni, quando il ciclo è più abbondante, mentre al suo termine diventa rosso scuro e marrone. A volte può apparire di quest'ultimo colore anche all'inizio del ciclo o nei giorni successivi al parto, visto che il corpo continua a espellere liquidi che contengono sangue e frammenti di mucosa uterina. Quando è consigliabile chiedere consiglio a un medico? Quando il flusso sanguigno è arancione, rosa o grigio e viene accompagnato da altri sintomi sospetti come dolore, odore strano ed eccessiva lunghezza delle perdite.