Chris Rehs-Dupin ha 33 anni, viene dall'Ohio, è transgender ma di recente ha messo al mondo sua figlia. E' nato donna, si chiamava Christina e fino a qualche tempo fa aveva intenzione di ricorrere agli interventi per la transizione, visto che fin da piccolo si era sempre sentito nel corpo sbagliato. Qualche aveva circa 20 anni, ha incontrato l'attuale moglie, Amy, e con lei ha sempre sognato di mettere su famiglia. Negli ultimi tempi, i due avevano cominciato a provare ad avere dei figli ma, dopo 5 tentativi di inseminazione intrauterina falliti, hanno capito che la donna non poteva rimanere incinta.

E' proprio per risolvere al meglio la cosa che Chris, avendo ancora i suoi organi riproduttivi femminile, si è offerto di portare nel suo grembo la piccola e di rinunciare agli interventi per il cambio del sesso. "Abbiamo avuto la fortuna di avere due uteri. Dopo innumerevoli preoccupazioni, abbiamo deciso di far provare a Chris", ha spiegato Amy. Con l'avanzare della gravidanza, il transgender ha visto crescere i suoi seni e, non avendo mai accettato la sua parte femminile, è arrivato quasi a odiare quei cambiamenti del corpo ma, alla fine, ha accettato tutto per il bene della famiglia.

Hayden è nata nel dicembre del 2014, oggi ha 3 anni ed è in perfetta salute. Lo scorso anno, inoltre, dopo aver continuato a ricorrere all'inseminazione artificiale, anche Amy è rimasta incinta e ha messo al mondo il piccolo Milo. Ora, sia lei che Chris sognano di avere un terzo figlio. Il 33enne vuole sottoporsi a un intervento per rimuovere il seno ma non cambierà i suoi genitali: ha deciso di tenere le ovaie, così da realizzare il sogno di una famiglia numerosa.