Chiara Ferragni alla presentazione del nuovo shampoo Pantene con Infuso di Nutrienti Por–V
in foto: Chiara Ferragni alla presentazione del nuovo shampoo Pantene con Infuso di Nutrienti Por–V

Alla press conference per il lancio dei nuovi prodotti Pantene, Chiara Ferragni arriva con un look da business woman, con mini jumpsuit firmata Philosophy di Lorenzo Serafini e cintura Versace. Ai piedi tacchi a spillo in suede nero, le gambe coperte da collant neri, nonostante il caldo impazzi anche con il cielo grigio: "Li ho indossati per essere più sobria ed elegante", spiegherà poi la fashion influencer italiana numero uno al mondo. Sono ormai lontani i tempi in cui le davano, con tono snob, della "fashion blogger", oggi Chiara Ferragni è Ceo della sua azienda, un'azienda che fattura milioni di euro ogni anno, ha all'attivo una linea di moda con un monomarca a Milano, è Global brand ambassador per Pantene, collabora con i più celebri marchi di moda.

Dopo essere tornata in Italia da Los Angeles, ha inaugurato la sede della sua azienda in cui lavora il team che gestisce i suoi impegni e il "blogzine" The Blonde Salad, evoluzione del celebre blog che l'ha resa famosa. Chiara ha ricevuto una proposta di matrimonio da Fedez in diretta Tv, durante un concerto del rapper all'Arena di Verona, e, cosa più importante, ha recentemente dato alla luce il suo primo figlio, Leone: "Non ho ancora raggiunto il peso forma dopo il parto, ma mi sto impegnando con tanto allenamento e stando attenta a ciò che mangio" spiega ai giornalisti nonostante appaia in perfetta forma. Fanpage.it l'ha incontrata per parlare di Forza (con la F maiuscola), dei suoi segreti di bellezza, della scelta di tornare in Italia, del matrimonio e dei progetti per il futuro.

Oggi le donne amano identificarsi con donne forti e in carriera. Credi che nel mondo sia in atto un cambiamento?

Adesso più che mai c'è una rivoluzione. Finalmente si sta arrivando a una parità tra uomini e donne, anche se ci troviamo in una società in cui si parla tanto della questione ma purtroppo in tantissimi ambiti le donne ancora non hanno gli stessi poteri degli uomini.

Il concept della nuova campagna Pantene, di cui sei testimonial, lega la forza alla bellezza…

E' bellissimo questo messaggio. Non si tratta di una forza di tipo fisico, è una forza d'animo che deriva dalla consapevolezza di poter fare tutto. E' una forza che deriva dalla fiducia in stesse: io donna posso farcela e raggiungere tutti i miei obiettivi. Qualsiasi sia il mio obiettivo, se ci metto tutta me stessa ce la posso fare. Quest'idea di forza e di fiducia in se stesse è quello che poi ti rende anche più bella. Tutto quello che ho fatto l'ho fatto perché ho avuto fiducia in me stessa e anche grazie ai miei genitori e a tante persone che ho avuto nella mia vita fin da piccola.

Spesso il concetto di forza non è associato a quello di bellezza o di femminilità, oggi grazie anche a donne come te questi concetti non sono più così distanti. Tu sei stata vittima di pregiudizi simili?

Ci sono sempre pregiudizi verso qualsiasi donna. Se una donna vive della sua immagine e ha anche un cervello si pensa sempre che ci sia qualcuno a manovrare quella persona e che quindi le decisioni non vengano prese autonomamente. C'è un po' l'idea, molto sbagliata, che una donna non può essere di bella presenza e avere anche un cervello, non capisco come ci possa essere ancora oggi un pregiudizio del genere. Credo, però, che pian piano le cose stiano cambiando, credo che io e altre donne stiamo dimostrando che puoi essere veramente in gamba, puoi avere una famiglia, puoi dare tanto spazio alla vita privata ma al tempo stesso puoi essere una leader nella vita lavorativa.

Sei una vera e propria ispirazione per le giovani donne, e non solo, cosa vedono in te e come ci si sente ad essere un esempio?

E' bellissimo perché non lo vivo come una responsabilità. Quello che faccio penso sia un esempio totalmente positivo, la mia è una storia di successo, è la storia di una ragazza che aveva una passione e pian piano ha costruito un impero su questa passione essendo sempre se stessa. Poi naturalmente anche le cose personali hanno contribuito ad ispirare i miei follower: mi sono fidanzata, ho avuto un bambino… E' molto bella come storia, è la storia di una famiglia moderna, in più dimostra che una donna oltre a una famiglia può avere una carriera, può essere il boss della sua società, può avere tante persone giovani con cui lavorare. Credo sia una bel messaggio, totalmente positivo.

Sei donna in carriera e mamma, come riesci a fare tutto?

E' una quesitone di organizzazione, di affidarsi a tante persone che ti aiutano, bisogna delegare un pochino e naturalmente avere un team che capisce al cento per cento il tuo punto di vista e ti aiuta nell'organizzazione del lavoro e ogni tanto anche nella vita personale. Naturalmente avere una famiglia alle spalle che ti dà una mano aiuta tanto. Io devo tantissimo ai miei amici, alle mie sorelle, ai miei collaboratori… Comunque è tutta una questione di organizzazione, io sono super organizzata, ho il calendar super pieno!

Sei schematica o rigida?

Sono molto metodica però non sono rigida, posso cambiare i miei piani molto tranquillamente. Non sono una che se si è fatta un'idea non la cambia mai, però non voglio perdermi pezzi, ho mille note, il calendar sempre aggiornato e le persone che lavorano con me sono molto simili a me quindi mi aiutano ad essere precisa.

Recentemente hai lasciato la tua casa negli Stati Uniti per trasferirti nuovamente a Milano. Come è andato il rientro?

Il trasloco è avvenuto ufficialmente qualche giorno fa, ora siamo nella casa nuova e adesso bisogna pian piano mettere a posto tutto, sistemare i mobili eccetera. Siamo riusciti a fare il passaggio da Los Angeles a Milano, dall'Hotel alla casa nuova, quindi siamo a buon punto.

Sei felice di essere tornata in Italia?

Sì. Stavo molto bene anche a Los Angeles, negli ultimi mesi mi ero creata una realtà molto più rilassata in cui seguivo tantissimi progetti, facevo tanti meeting in conference call e dirigevo molto i lavori a distanza, però ero meno presente, erano meno i giorni lavorativi su sette. Da quando sono tornata in Italia già dal giorno successivo al mio rientro avevo shooting fotografici, servizi, interviste, mille cose… Però è stato molto bello tornare. Adoro il mio lavoro, quando sono molto impegnata mi sento ancora meglio, sento di essere stata produttiva al cento per cento e questo  mi fa sentire bene, mi da grande soddisfazione.

Come mai hai scelto di tornare a vivere in Italia?

Perché  il mio futuro lo vedo più in Italia che in America, mi fa piacere essere sempre un personaggio internazionale e lavorare tanto anche all'estero, passare tanti mesi all'anno negli Stati Uniti e viaggiare anche in altri posti, però io sono italiana e non riuscirei a rinunciare alla mia vita nel mio Paese.

The Blonde Salad oggi è una vera e propria inspirational platform in cui si parla di tendenze moda ma non solo. Quando hai capito che il tuo blog aveva bisogno di un cambiamento?

Quando ho iniziato con il blog non erano così presenti nella nostra vita i social network e non c'era Instagram, in quel momento per me era importante avere una vetrina sulla mia vita, avere un vero e proprio diario visuale della mia vita da condividere con gli altri, per questo ho creato il blog. Poi, il successo dei social media ha modificato tutto, i social sono diventati per me il modo più semplice per comunicare. Con il blog ogni volta che scattavo dovevo poi scaricare le foto, selezionarle e modificarle, caricarle sul sito, mettere i link, eccetera… Era tutto molto più macchinoso e molto più lungo, ci mettevo almeno una o due ore al giorno per creare un post, su Instagram, invece, il messaggio che puoi dare è molto più immediato, segue la tua vita ora dopo ora. Questo è quello che mi piace di più, io pubblico sempre in tempo reale, non pubblico mai contenuti mentre sono in un posto mentre in realtà mi trovo altrove. Se tu vuoi sapere cosa sto facendo io oggi guardi le mie Instagram Stories e sai esattamente quello che sto facendo. Ho quindi iniziato ad utilizzare maggiormente i social rispetto al blog e per non far morire The Blonde Salad ho voluto trasformarlo col tempo in un un magazine, oggi lo chiamiamo "blogzine", in cui c'è una parte più editoriale che segue il mio gusto, con tutto ciò a cui sono interessata, e una parte di e-commerce in cui è possibile trovare capi in esclusiva e prodotti scelti da me e dal mio team.

Quali sono i progetti futuri per la tua carriera?

Gli obiettivi cambiano sempre, ho delle liste mese per mese. In realtà fai un passo e poi scopri che ce ne sono altri cento da fare e ti si aprono nuovi orizzonti a cui prima non avevi mai pensato, perché magari prima non pensavi di lavorare in un certo ambito. Non saprei dirti quali sono i miei obiettivi a lungo termine, quello che mi importa è essere felice facendo un cosa che amo come lo sono adesso, vorrei continuare a sentirmi molto realizzata, vorrei riuscire a comunicare sempre di più ai miei follower un messaggio positivo e cercare di ispirare quante più persone possibili. Inoltre vorrei dimostrare sempre di più che una donna può fare tutto, può fare il Ceo, può fare la mamma, può fare la fidanzata, può avere gli amici, può dare importanza alla famiglia, può viaggiare…

Durante la gravidanza come sono cambiate le tue abitudini per quanto riguarda la bellezza e la cura del corpo?

Ho sentito il bisogno di utilizzare un certo tipo di prodotti perché vedevo la mia pelle cambiare, i miei capelli cambiare. Avevo sentito storie tremende da persone che conosco che avevano affrontato la gravidanza prima di me, quindi per me è stato molto importante selezionare accuratamente i prodotti che sapevo mi avrebbero aiutata durante un periodo di grandi cambiamenti e non tutti positivi. Il nuovo shampoo Pantene è stato un vero e proprio alleato, la prima volta che l'ho utilizzato ho visto un risultato quasi immediato e quello è stato uno dei prodotti che mi ha seguito in tutti questi mesi.

Quali sono i momenti beauty a cui non rinunci anche quando sei lontana da casa?

Un bagno caldo o una doccia e soprattutto non rinuncio a utilizzare maschera viso e maschera capelli, quello è il mio "momento Spa" ovunque io sia, perché è una cosa che puoi fare ovunque portandoti dei prodotti. Basta anche solo una mezz'ora, ma quella mezz'ora te la prendi per te stessa, ti rilassi e ti svaghi un po'.

Tra il lavoro e la famiglia, riesci a prenderti cura di te stessa?

Sì, è solo una questione di priorità, ci sono dei momenti in cui per sentirti bene al cento per cento hai bisogno di alcuni attimi solo con te stessa. L'importante è riuscire a ritagliarseli in una  giornata in cui sai che puoi prenderti un momento per te. Tutto sta nell'essere organizzati. Quando viaggio prendermi un momento per me è più difficile per un verso, dall'altro però è più semplice perché magari quando viaggio sono lontana dalla mia famiglia, quindi ci sono momenti di solitudine in cui puoi dedicarti più a te stessa.

Come fai ad apparire sempre così perfetta? Qual è la tua beauty routine?

Non amo usare tanti prodotti, certamente ne ho provati tanti ma preferisco usare quei pochi che funzionano davvero. Per i capelli, ad esempio, non uso tanti prodotti per lo styling, cerco prima di tutto di avere capelli sani, in modo da non aver poi non bisogno di lacche o altri prodotti per farli sembrare belli. Uso per i capelli shampoo e balsamo, le ampolle, faccio delle maschere quando li sento più sfibrati. Anche per il viso ho una beauty routine abbastanza semplice con due o tre prodotti che mi piacciono e che applico uno dopo l'altro, ogni tanto utilizzo maschere viso.

Per le tue nozze hai già deciso come porterai i capelli?

Ancora no, con il mio hair stylist non ci abbiamo pensato, è ancora presto. Alla fine decideremo due giorni prima del matrimonio!