La scorsa estate Chiara Ferragni è finita al centro delle polemiche per essersi scattata un selfie in una delle sale degli Uffizi di Firenze con la Venere di Botticelli alle sue spalle. Inizialmente in molti avevano urlato allo scandalo, poi si è scoperto che si trattava di un progetto per rilanciare i musei italiani dopo la crisi causata dalla pandemia. L'influencer ha infatti realizzato uno shooting per Vogue Hong Kong, posando in abiti glamour tra le opere d'arte presenti all'interno della Galleria. Oggi le immagini di quel servizio fotografico sono state finalmente pubblicate e la fashion influencer non ha potuto fare a meno di condividerle con orgoglio sui social.

Il selfie agli Uffizi che ha scatenato le polemiche

Nonostante l'indiscusso successo e la capacità di attirare l'attenzione di milioni di followers con un solo post, Chiara Ferragni viene guardata ancora con un certo distacco dalla comunità intellettuale. Non a caso, nel momento in cui ha fatto visita alla Galleria degli Uffizi di Firenze la scorsa estate, è stata sommersa dalle critiche. In molti l'hanno accusata di aver trasformato Botticelli in un "tormentone social", inconsapevoli del fatto che in verità di trattava di un progetto pensato ad hoc per rilanciare l'arte italiana. Non sembra un caso che il direttore del museo Eike Schmidt sia stato il primo a elogiare l'influencer, definendola una vera e propria "divinità moderna".

Effetto Chiara Ferragni, boom di visite al museo

L'effetto Chiara Ferragni non ha esitato a farsi sentire e, al di là delle sterili polemiche, la cosa certa è che nei mesi estivi il museo fiorentino ha registrato un vero e proprio boom di visite la scorsa estate. La moglie di Fedez non ha avuto bisogno di intervenire per mettere a tacere le polemiche, sono stati i dati a smentire le malelingue. La Ferragni non è una semplice influencer che lancia mode e tendenze, ha un vero e proprio "potere social" e lo ha sfuttato per avvicinare le nuove generazioni alla cultura. In quanti hanno ancora il coraggio di criticarla per il selfie con la Venere?

Il servizio fotografico per Vogue Hong Kong

Sono così felice di condividere finalmente queste immagini stupende scattate in uno dei musei più prestigiosi nel mondo", sono queste le parole con cui Chiara Ferragni ha presentato sui social le foto realizzate agli Uffizi per uno shooting di Vogue Hong Kong. A invitarla a partecipare al progetto è stata la First Initiative Foundation, che le ha permesso di posare sullo sfondo delle iconiche opere di Botticelli per celebrare "Botticelli and his times – Masterworks from the Uffizi", la mostra che inaugurerà il 23 ottobre all'Hong Kong Museum of Art.

I look per lo shooting agli Uffizi

Per un'occasione tanto speciale Chiara non poteva che curare il suo stile nei minimi dettagli. Su Instagram ha condiviso 5 foto dello shooting, sfoggiando 5 diversi look iconici e glamour. Si parte con un abito total black ricoperto di frange di Prada abbinato a delle Mary Jane con il tacco kitten, si continua con un trench color cammello di Tod's portato con dei decollété bianchi, accollati e col tacco a spillo, per poi passare a un outfit di pelle verde petrolio di Salvatore Ferragamo con gilet, pantaloni a zampa e ballerine. Negli scatti successivi la Ferragni ha sfoggiato un completo lilla in tessuto impermeabile con un'originale cappa decorata con degli spuntoni, tutto della collezione 1 Moncler Jw Anderson. Ha poi concluso il servizio fotografico in versione dea in Prada con un lungo abito con lo spacco in black&white. Anche per quanto riguarda lo stile, Chiara ha puntato sull'eleganza italiana, mettendo così in risalto un altro settore di grande eccellenza del nostro paese.