Karl Lagerfeld ha pensato ad una location spettacolare per presentare la collezione Primavera/Estate 2014 di Chanel. Il Grand Palais è stato allestito come una galleria d'arte in cui la storia della maison viene narrata attraverso maxi sculture, quadri e stampe su cui risaltano i classici simboli Chanel: dal matelassè alla celebre borsa 2.55, dal profumo N.5 al famoso logo con maxi C incrociate. Proprio come nella "galleria", anche Lagerfeld ripropone in passerella i simboli Chanel, sul catwalk sembra prendere vita un mutazione dello stile creato da Cocò, un new look in versione 2.0 in cui ogni elemento viene smontato e ricostruito. Lagerfeld rimpasta il bouclè, strappandolo o accostandolo al denim e al pizzo macramè, utilizza le perle in modo estremo per maxi collier e anelli dalle forme originali.

A colpire più di ogni altra cosa sono i modelli e gli accessori decorati con tasselli multicolor che ricordano le gradazioni della scala Pantone. Sul tessuto candido Lagerfeld costruisce forme tagliando le stoffe, creando movimento con frange di diverse dimensioni e con mille colori differenti. Anche gli accessori non passano inosservati: in passerella si susseguono stivaletti che sembrano un calzino sportivo, sottilissime borse a mano che ricordano quelle utilizzate dai designer per trasportare i propri schizzi, occhiali con visiera ed enormi bracciali. Con questa particolare collection Lagerfeld cerca di inseguire e catturare le tendenze da strada per rimodellarle secondo il classico gusto Chanel. Mescola stili differenti creando una collezione originale e di tendenza per catturare, con grande eleganza, l'attenzione delle nuove generazioni.