La sfilata Autunno/Inverno 2014-15 di Chanel

Karl Lagerfeld ama stupire il pubblico delle sfilate Chanel con spettacolari allestimenti, quest'anno il direttore creativo della maison francese ha fatto costruire all'interno del Grand Palais di Parigi un enorme supermercato, con tanto di scaffali su cui erano ben allineati i prodotti e i generi alimentari più comuni, dalle bevande al cibo, dai detersivi ai tovaglioli, tutti marchiati con il logo Chanel. Nei corridoi del fashion market si muovevano modelle con cestini, carrelli e trolley per la spesa, anche questi marchiati con la doppia C. L'alta moda arriva dunque nel "mondo reale", sbarcando nei supermarket, nel luogo principe della cultura di massa. Forse Lagerfeld ha scelto di scendere dal piedistallo e "contaminare" il mondo del lusso?

La collezione Autunno/Inverno 2014-15 di Chanel

Tra i corridoi del Grande Magazzino in cui si trovano solo prodotti Chanel sfilano i simboli della maison, i completi in lana bouclè, i tailleur alla Cocò rivisti e corretti alla luce delle ultime tendenze, le lunghe collane di perle e le iconiche borse. Nella nuova collezione Autunno/Inverno 2014-15 di Chanel lo stile classico si confonde con un mood sportivo e iper moderno. In passerella compaiono tute traforate che spuntano dai preziosi cappotti e sneakers alte fino al ginocchio abbinate a lucenti tubini. Lucenti e accattivanti colori pop, che fanno il verso a quelli delle etichette dei prodotti da supermercato, sbocciano su abiti d'alta sartoria e si contrappongono alle nuance pastello, classiche di Chanel, o alle tonalità total black e metallic, tanto amate da Lagerfeld.

La provocazione di Karl Lagerfeld

In uno degli ultimi giorni della Paris Fashion Week va in scena la nuova provocazione del Kaiser della moda, che ancora una volta mischia le carte in tavola, utilizza la sua grottesca ironia per riscrivere le regole, unendo l'alto e il basso e portando nel luogo più comune che esista la sua collezione di lusso. Offre ai suoi spettatori in adorazione una nuova illusione fatta di abiti dal taglio perfetto e di accessori che presto diventeranno oggetto del desiderio, dà vita ad un sogno per pochi in un luogo che potrebbe essere raggiunto da tutti, mette in esposizione la merce di lusso, una merce irraggiungibile per la maggior parte di coloro che passano in quei corridoi.