Il mondo della moda sta cambiando, a causa della pandemia è stato costretto a fermarsi per mesi e ancora oggi non può tornare alla "normalità" con sfilate ed eventi live sparsi per il mondo. Le Fashion Week, però, non sono state annullate, si sono spostate online con degli show trasmessi in streaming. Celine, ad esempio, è una delle Maison che hanno preso parte alla Digital Fashion Week menswear, presentando in formato virtuale la collezione uomo per la Primavera/Estate 2021. Per l'occasione il direttore creativo Hedi Slimane si è ispirato alle sottoculture giovanili, ha vestito i teenager che hanno passato la quarantena chiusi in casa, raccontando sui social come è cambiata la loro vita a causa del lockdown.

Hedi Slimane ha cambiato stile

Da quando Hedi Slimane è diventato direttore creativo di Celine ha sempre presentato i suoi rivoluzionari look dal mood grunge con dei ritratti in bianco e nero, oggi, però, le cose sono cambiate e la collezione uomo per la Primavera/Estate 2021 è un'esplosione di colori. Il motivo è molto semplice: lo stilista ha rivolto il suo sguardo ai giovani, quelli che più di tutti hanno sentito il peso della quarantena e che sono riusciti a mantenere un contatto con l'esterno attraverso i social. Si è ispirato alle sottoculture giovanili, dicendo addio alle camicie in stile sottoveste, ai completi smilzi, ai dettagli rock per passare a bomber colorati, giacche e pantaloni ricoperti di paillettes, giacconi "smontabili", bermuda fiorati, cardigan dallo stile vintage. Il pezzo forte della linea? Una giacca decorata con dei led luminosi, un accessorio che sarebbe perfetto per le Stories di TikTok.

The dancing kid, lo show-documentario sulla generazione Z

È dallo scorso dicembre che Hedi Slimane stava lavorando al progetto "The dancing kid", ovvero un omaggio ai giovani che passano il loro tempo a ballare per postare video su TikTok, e oggi con la collezione uomo per la Primavera/Estate 2021 è riuscito a presentarlo in tutta la sua magnificenza. I modelli che hanno preso parte allo show virtuale hanno sfilato nel circuito automobilistico vuoto di Castellet, fuori Marsiglia, con indosso degli enormi caschi. Con i loro abiti colorati e dallo stile vintage hanno reso omaggio alla generazione Z, quella dei TikTokers. Più che uno show fashion, si potrebbe parlare di un documentario sui teenager di oggi, quelli che hanno passato l'intero lockdown a curare i loro profili social. L'obiettivo della Maison Celine? Allargare il proprio raggio d'azione, coinvolgendo un pubblico decisamente più ampio. A differenza dei Millenials, i TikTokers hanno voglia di farsi notare, di spendere, di passare alla storia, partendo proprio dai loro look.